Fair play finanziario in Cina, ingaggi diminuiti per gli stranieri

Pubblicato il autore: Francesco Moscato Segui

Novità dalla Cina, dal punto di vista economico e degli ingaggi. Infatti, nel campionato cinese, hanno stabilito che dalla prossima stagione, i calciatori stranieri, non potranno più godere di un ingaggio superiore ai 3 milioni di euro.
Stabilito quindi un tetto salariale, per chi proviene dall’occidente, che di solito finiva la carriera in Cina, dove diciamo la verità, il calcio ancora deve migliorare, nonostante il paese abbia una popolazione di circa un miliardo di persone.
Grandi nomi sono partiti per l’estremo Oriente, da Marcello Lippi, a Fabio Cannavaro, passando per El Shaarawy , Marek Hamik e non solo.
Campionato che dal punto di vista tecnico deve ancora crescere, ma che dal punto economico attrae parecchi calciatori che hanno come obiettivo diciamolo chiaramente quello di intascare qualcosina in più.
Ed inoltre, potranno essere tesserati sei calciatori stranieri, una volta invece erano possibili soltanto sei.
Aumenteranno invece gli ingaggi per i cinesi, con una cifra intorno ai dieci milioni di yuan.
Questa cifra potrà essere aumentata al massimo del 20% per coloro che fanno parte della nazionale. In ogni caso l’ammontare complessivo degli stipendi pagati da ogni società non potrà essere superiore al 60% delle entrate complessive. Insomma, anche in Cina è tempo di “financial fair play.”

 

  •   
  •  
  •  
  •