Bergomi: “Conte preferiva Vidal a Eriksen. Tolisso e Giroud non sarebbero titolari nell’Inter”

Pubblicato il autore: Giuseppe Biscotti Segui

 

Il mercato invernale dell’Inter, il pensiero di Bergomi. L’ex bandiera nerazzurra, ora commentatore su Sky Sport, ha parlato così delle scelte di calciomercato del club interista ai microfoni de La Gazzetta dello Sport:  “Eriksen ha portato qualità che prima non c’erano: penso al tiro da fuori, ai calci di punizione e all’assist. Ma non ama andare a contatto con l’avversario, i duelli corpo a corpo. E non ha quella ferocia e quel ritmo che invece Conte chiede alle sue squadre. Ecco, il profilo perfetto era Vidal: tuttocampista da corsa, pressione, muscoli e gol. Lui avrebbe da subito cambiato l’Inter perché ha tutte le qualità che richiede un allenatore come Antonio. Giroud e Tolisso nel mirino? Essere campioni del Mondo è una garanzia di grande esperienza internazionale e di qualità, ma è anche una grossa responsabilità. E non è detto che l’arrivo di uno o due giocatori del genere si traduca immediatamente con “ora si può vincere”. Intanto hanno vinto il mondiale in modo diverso: Giroud è stato sicuramente più decisivo di Tolisso nel cammino della Francia in Russia. Se poi devo analizzare i loro profili, beh, secondo me non è detto che sarebbero di sicuro dei titolari nell’Inter. Giroud è un perfetto vice Lukaku, ma accanto a Romelu c’è bisogno di Lautaro. I due insieme formano una coppia perfetta, si completano. Stesso discorso per Tolisso: vale più di Barella o Brozovic? Per me no”. 

  •   
  •  
  •  
  •