Coronavirus, Maldini: “Mi sono curato solo con tachipirina. Il peggio è passato”

Pubblicato il autore: Francesco Rossi Segui

Grande spavento per Paolo Maldini. La bandiera e direttore tecnico del Milan, aveva contratto il coronavirus nei giorni scorsi. Non è stata una passeggiata uscirne, ma ora l’ex difensore rossonero pare aver superato il momento più difficile. Intervistato dal Corriere della Sera, Maldini ha riportato la sua esperienza con il COVID-19. Ecco le sue parole:

“Sto abbastanza bene. Ho ancora tosse e ho perso gusto e olfatto. Ma non è una normale influenza. Conosco il mio corpo, un’atleta conosce se stesso. È un virus nuovo, il fisico combatte contro un nemico che non conosce. I dolori sono particolarmente forti. Che sintomi ho avuto? Dolori alle articolazioni e ai muscoli. Febbre mai oltre il 38 e mezzo. Mi sono curato solo con la tachipirina. Non ho mai avuto difficoltà respiratorie e per questo non ho mai preso antivirali”.

Purtroppo, il virus forse colpì anche sua moglie e suo figlio Cristian: “mia moglie moglie ha avuto un’influenza molto lunga e che durò tre settimane. Prima ancora, anche il nostro primogenito Cristian ha avuto una brutta influenza. Per il tampone che mi hanno fatto, sono venuti a casa mia i medici dell’ASL con guanti e mascherine. Era martedì scorso. Poi l’esito: positivo”.

Un’esperienza davvero da dimenticare per il fortissimo ex calciatore rossonero e della Nazionale. Per fortuna il peggio è passato. Paolo Maldini ha vinto anche questa battaglia.

  •   
  •  
  •  
  •