Ibrahimovic, futuro da procuratore assieme a Mino Raiola?

Pubblicato il autore: Francesco Rossi Segui

La carriera di Zlatan Ibrahimovic sta per giungere al termine. Dopo l’esperienza prolifica in zona gol ma senza trofei nei Los Angeles Galaxy, lo svedese è approdato al Milan. Il suo contributo è stato prezioso in rossonero, avendo riportato vigore alla squadra di Pioli. 4 reti in 10 presenze sono un bottino al di sotto delle possibilità del bomber scandinavo, ma la sua personalità ha dato carattere al Milan.

Dunque Ibrahimovic ha centrato nuovamente l’obiettivo, dato che la dirigenza rossonera lo prese proprio per dare una scossa all’ambiente. Ora però, il coronavirus sta stravolgendo notevolmente il calcio internazionale e i calciatori vicini ai 40 anni come lo è Ibra, saranno certamente più penalizzati di questo momento in cui non è possibile allenarsi. Secondo La Gazzetta dello Sport, Zlatan sta pensando al ritiro dal calcio giocato con sguardo verso il futuro. Magari assieme al suo procuratore, Mino Raiola.

Futuro da procuratore per Zlatan?

La collaborazione con Raiola potrebbe essere davvero il futuro prossimo dello svedese. In questi anni, Ibrahimovic avrà certamente imparato l’arte del mestiere da uno dei migliori procuratori del mondo. Ibra inizialmente gestirebbe aspetti manageriali assieme a Raiola, così da imparare ulteriormente la gestione dei calciatori che sono affiliati al procuratore italiano. L’ex PSG non lascerà il calcio in ogni caso. Il tandem Raiola-Zlatan sta per arrivare.

  •   
  •  
  •  
  •