2 anni fa, il Napoli espugnò Torino con Koulibaly per uno Scudetto sfumato

Pubblicato il autore: Francesco Moscato Segui

stranieri in Serie A

22 aprile 2018, da Via Giacomo Leopardi a Napoli, presso lo stadio San Paolo, migliaia di tifosi azzurri, sostenevano la squadra di Sarri, pronta a partire per Torino, nello scontro diretto dello Juventus Stadium che vedeva la distanza in classifica di soli 4 punti.

Partita che ricordiamo, volgeva alla fine con uno scialbo 0-0, poi, da con un cross da calcio d’angolo di Callejon, svettò Kalidou Koulibaly, che di testa, piegò la Juventus all’89’ minuto.
Ci sono video di repertorio dall’interno dello stadio con napoletani che piangevano, che sognavano, un tricolore che poteva giungere, che potevano sognare di spodestare la Juventus, dal trono di Campione d’Italia.
Al ritorno da Torino, si ricordano i fuochi d’artificio dei tifosi a Capodichino, che aspettavano con entusiasmo, il ritorno dei loro eroi, per aver sbancato lo stadio della Vecchia Signora.
Poi, ricordiamo le polemiche, di quell’Inter-Juventus, con protagonista assoluto l’arbitro di Schio Orsato, che non espulse Pjainc con quel fallo killer su Rafinha. Pjanic già ammonito, non venne espulso.
La Juve, con Higuain batté i nerazzurri e si riportò al primo posto.

Il Napoli, era obbligato a vincere a Firenze, dove invece, con un’espulsione dopo 10 minuti di Koulibaly, prese 3 palloni, da Giovanni Simeone.
Sarri, con un chiaro riferimento polemico disse “abbiamo perso lo Scudetto in albergo”.
Campionato che finì con 4 punti di distacco, uno dei meno noiosi degli ultimi 10 anni.

  •   
  •  
  •  
  •