29 aprile 1990, trent’anni fa, l’ultimo Scudetto del Napoli

Pubblicato il autore: Francesco Moscato Segui


Oggi, 29 aprile, ricorrono 30 anni, dal secondo ed ultimo Scudetto del Napoli, quello forse delle polemiche, la monetina di Alemao, quando gli azzurri di Maradona, pareggiarono 0-0 con l’Atalanta, ed il brasiliano, fu beccato in testa, da una monetina lanciata da un settore dello stadio orobico.
Intanto, nella stessa giornata, il Milan, pareggiava a Bologna, con gol non visto per i rossoblù.
La Lega, decise, di assegnare lo 0-2 a tavolino per il Napoli, che avanzò di un punto sul Milan di Sacchi.
Nelle gare successive, il Napoli, batté di seguito Bari, Bologna e Lazio. Il Milan, vinse con Sampdoria e Bari a San Siro, e perse nella fatal Verona, per 2-1, consegnando il Tricolore ai partenopei.

Perché tante polemiche, se il Milan, in fondo, due stop, gli ebbe? Erano altri campionati, con squadre che erano distanti solo pochi punti, non come adesso, che un titolo si assegna, quasi a 10 giornate dalla fine.
Il Napoli, portò l’ultimo Scudetto al Sud, dove solo il Cagliari, 20 anni prima ci era riuscito. Non era una vittoria sportiva, ma anche di orgoglio, di un popolo sempre bistrattato. Come dicono i tifosi azzurri “uno Scudetto a Napoli sono 10 a Torino o Milano”.
Il gol di Marco Baroni, decisivo nell’ultima partita con la Lazio, fu trasmesso in diretta dalla Rai, perché il San Paolo, non poteva contenere la passione di una città intera.
Altri tempi, calcio magico, nostalgico.

  •   
  •  
  •  
  •