Boateng su Ibrahimovic: “Criticava tutti, ma da lui si impara tanto”

Pubblicato il autore: Francesco Rossi Segui

Zlatan Ibrahimovic è da sempre un calciatore che fa discutere nelle sue dichiarazioni. Spesso scorbutico e un po’ troppo schietto, la personalità dello svedese no va giù proprio a tutti. Nonostante questo, a livello di rendimento non gli si può imputare nulla. Se hai Ibrahimovic in campo, vinci e impari a vincere. Questa è l’opinione di Kevin Prince Boateng, calciatore attualmente in forza al Besiktas ma in prestito dalla Fiorentina.

Intervistato da Sky, il calciatore ghanese ha raccontato degli aneddoti riguardanti lo svedese, risalenti al periodo passato assieme dal 2010 al 2012:

“Ibra criticava tutti, se la palla non gli arrivava come voleva o se sbagliavi davanti alla porta…però ti faceva imparare tanto. El Shaarawy imparò a calciare da Ibra. Giocare con lui era più facile, perché aveva sempre due uomini addosso e c’erano più spazi”. 

 

Tenere Ibrahimovic è essenziale secondo Boateng

Ibrahimovic proprio ieri ha dichiarato dalla Svezia che vuole restare al Milan, rispettando il suo attuale contratto. Secondo Boateng, i rossoneri devono tenere lo svedese:

“Il Milan deve tenere Ibrahimovic. Non avrà più i 90 minuti nelle gambe, ma la sua sola presenza in campo aiuta tantissimo e fa la differenza”. 

L’impatto dello svedese nella squadra di Pioli è stato senza dubbio cruciale, ma il probabile arrivo di Rangnick in panchina potrebbe indurre lo svedese a chiudere definitivamente la sua esperienza in rossonero.

  •   
  •  
  •  
  •