Calciomercato Torino: il sogno è Bonaventura

Pubblicato il autore: Giacomo Morandin Segui

 

In attesa di capire se e come questa stagione finirà, il Torino sta già pensando a come rinforzare la squadra per il prossimo campionato. Il DS Massimo Bava ha parecchi nomi sul taccuino ed è in continuo confronto con il tecnico Moreno Longo, che con ogni probabilità sarà riconfermato sulla panchina granata anche per il campionato 2020/2021.

BONAVENTURA E’ IL SOGNO GRANATA
Il nome più gettonato è il centrocampista del Milan Giacomo Bonaventura, che compirà 31 anni ad agosto. Il nativo di San Severino Marche, lascerà i rossoneri dopo 6 anni di permanenza e si libererà a costo zero, fatto che lo renderà oggetto del pensiero di molte squadre di A nell’imminente mercato. “Jack” sarà l’obiettivo principale del Torino per colmare le lacune qualitative a centrocampo, anche se l’ostacolo principale è rappresentato dall’ingaggio del giocatore, che al Milan prende 2 milioni di euro a stagione ma risparmiando sul costo di cartellino l’accordo si può e si deve trovare a breve, visto che su Bonaventura è in forte pressing l’Atalanta.
Sempre a centrocampo un altro obiettivo primario è Marius Marin, rumeno classe 1998, attualmente al Pisa in Serie B risulta uno dei migliori giovani nel suo ruolo di tutto il campionato: giocatore con caratteristiche di rottura (potrebbe essere il cambio naturale di Rincòn), ma anche capace di fornire ben 3 assist, tanto da guadagnarsi già due convocazioni con la Nazionale Under-21 rumena.
Potrebbe approdare in Piemonte anche Luca Paganini, classe 1993 del Frosinone, jolly del centrocampo ciociaro e pupillo di Moreno Longo nella stagione 2017/2018 culminata con la promozione dei frusinati in Serie A. Giocatore duttile, può fare sia l’esterno di centrocampo che il centrale ma con propensione al gol: 5 le reti segnate quest’anno in 19 presenze tra Serie B e Coppa Italia.
L’altro nome di prospettiva è Tommaso Pobega, mediano del Pordenone ma di proprietà del Milan già nel giro della Nazionale Under-20: il valore è di circa 2 milioni di euro ma il ragazzo triestino ha sicuramente margini di crescita importanti, i 5 gol e 3 assist messi a segno in 22 presenze quest’anno tra campionato e Coppa Italia lo dimostrano.

IN PORTA IDEA RADU, PER LA DIFESA TORNA KAMIL GLIK?
Salvo grosse sorprese Salvatore Sirigu difenderà ancora i pali del Torino nella stagione 2020/2021, ma la società di Cairo è alla ricerca di un secondo portiere di qualità: Ionut Radu è l’idea che sta prendendo corpo tra la dirigenza granata. Il portiere rumeno ora in forza al Parma, è di proprietà dell’Inter che pensa di farlo diventare il successore di Handanovic e cerca una squadra che possa farlo giocare con continuità. Al Torino questa possibilità potrebbe esserci solo nel caso di una cessione di Sirigu, ma rimane comunque un’idea concreta, nonostante il ragazzo a Parma non stia giocando e non accetterebbe un altro anno in panchina.
Più percorribile è la via che porta ad Alberto Paleari del Cittadella, che già in estate è stato ad un passo dal Toro ma l’affare è poi sfumato all’ultimo. Ora il nome di Paleari torna di moda, il portiere è un top player del campionato di Serie B e il costo dell’operazione (1 milione di euro) rientrerebbe sicuramente nei canoni del mercato granata.
L’altra alternativa è Luca Lezzerini del Venezia, più defilato ma comunque nel taccuino di Bava.

In difesa il sogno è il ritorno di Kamil Glik: l’ex capitano granata non ha mai nascosto di voler tornare al Torino e si è visto più volte al “Grande Torino” per seguire la squadra. Il 30enne polacco potrebbe portare con sé anche il compagno di reparto al Monaco, ovvero il classe 1992 Jemerson che è in scadenza a giugno e non vorrebbe rinnovare in Francia. La trattativa per entrambi è già avviata, sul brasiliano però c’è da battere la concorrenza della Lazio.
Altro nome per la difesa è il terzino destro della Cremonese Vasil Mogos, 27 anni reduce da una positiva stagione in Serie B: potrebbe essere  il sostituto di De Silvestri nel caso il terzino del Torino non rinnovasse.
Solo un sondaggio invece quello per Biraschi del Genoa.

PER L’ATTACCO SI PENSA A CHOUPO-MOTING
Con Zaza nel limbo tra la cessione e la permanenza sotto la Mole, il Torino guarda anche al reparto offensivo e il grande colpo potrebbe essere l’attaccante del PSG Eric Choupo-Moting. Il 31enne nazionale camerunense ha un curriculum importante: un passato in Bundesliga tra Schalke, Mainz, Amburgo e Norimberga e anche in Premier League allo Stoke City per un totale di 68 gol in 322 partite. Esperienza anche nelle coppe europee, Choupo-Moting potrebbe essere il partner perfetto di Belotti, un mix di potenza e precisione che può mettere in difficoltà le difese avversarie.
L’attaccante del Paris Saint Germain è in scadenza a giugno e il presidente Urbano Cairo vuole regalare a Moreno Longo un attaccante importante, di spessore europeo.
Tornando in Italia prendono quota i nomi di Gianluca Scamacca e Andrea Pinamonti. Il primo è nel giro dell’Under-21 e sta facendo un’ottima stagione all’Ascoli, con 11 gol all’attivo e a giugno tornerà al Sassuolo che ne detiene il cartellino, i neroverdi però non vogliono cederlo in prestito ma a titolo definitivo e il prezzo si aggira sui 25 milioni di euro.
Pinamonti invece è un profilo giovane che piace ma non sta avendo l’impatto che si sperava al Genoa, su di lui ci sono Cagliari, Spal e Napoli.

Il Torino è pronto a riscattare un’annata tra le più difficili della sua storia, e un mix di esperienza e giovani importanti potrebbero essere il nuovo trampolino di lancio, magari con “vista Europa”.

  •   
  •  
  •  
  •