Montella tornerà a volare?

Pubblicato il autore: Giulio Romano Carlo Segui

Uno dei più grandi bomber di serie A, Vincenzo Montella è ad oggi un allenatore senza squadra, anche se il suo non è il solito caso di un ex-giocatore che prova a sperimentarsi come mister senza però avere successo. Montella, ex attaccante di livello di Sampdoria ( ha giocato per i blucerchiati dal 1996 al 1999) e della Roma con la quale ha giocato otto anni, vincendo per altro il campionato nella stagione 2000-2001 ed essendo autore di una quaterna nel derby Lazio-Roma 1-5, uno delle più sfortunate stracittadine per i biancocelesti. Dopo aver lasciato i giallorossi nel 2007, “L’aereoplanino” si ritrovò in Inghilterra alla corte del Fulham, ritornò alla Sampdoria nella stagione 2007-2008, per concludere la carriera di nuovo nella Roma l’anno successivo, senza però distinguersi come nel cosiddetto “primo periodo”.

La sua carriera di allenatore in serie A, inizia proprio con i giallorossi subentrando a Claudio Ranieri durante la seconda fase della serie A 2010-2011. La sua prima partita nella quale dirige Totti e Company, fu il recupero delle 22 giornata, Bologna-Roma 0-1 ( risolta con un goal al ’45 di Daniele De Rossi), vince anche il derby di ritorno contro la Lazio di Edy Reja ( Roma-Lazio 2-0, due goal di Totti, punizione e poi su calcio di rigore). La stagione si conclude con la Roma sesta in campionato raggiungendo le semifinali di coppa italia venendo eliminata dall’Inter ( poi vincitrice della competizione) nel doppio confronto, (0-1 a Roma, 1-1 a Milano), l’ultima partita sarà proprio Roma-Sampdoria 3-1 con l’accesso diretto alla Uefa Europa League per i giallorossi.

Leggi anche:  Luigi Mastrangelo a SuperNews: "Fefé De Giorgi grande tecnico, non mi è piaciuto il trattamento riservatogli in campionato. Per questa Nazionale un futuro pazzesco. Juventus? Con Allegri l'inizio stagione è sempre un po' "diesel"..."

In vista della brillante esperienza come allenatore della Roma, verrà assunto dal Catania per la stagione 2011-2012, squadra che condurrà all’undicesimo posto con 48 punti ( raggiungendo con ampio margine la salvezza dalla retrocessione in Serie B). Nella stagione 2012-2013 cambierà ancora panchina, “salendo di livello”, arrivando alla Fiorentina, raggiungerà al termine della stagione ben 70 punti con la Fiorentina quarta in campionato ( non raggiungerà i preliminari di Champions League ma la qualificazione diretta alla Uefa Europa League). Nella stagione successiva sempre “stesso copione”, quarto posto con 65 punti in serie A, secondo posto in finale di coppa Italia ( i viola verranno sconfitti per 3-1 dal Napoli a Roma), un giorno rovinato dalla morte del tifoso napoletano Ciro Esposito ucciso a colpi di pistola dall’ultrà giallorosso De Santis. In Europa League, Montella verrà eliminato dalla Juventus agli ottavi di finale. L’anno, ancora la Fiorentina al quarto posto, dopo aver perso il doppio confronto con la Juventus in semifinale di coppa Italia e venendo eliminata dal Siviglia in Europa League.
Dopo aver lasciato la Fiorentina per motivazioni relative alla clausole contrattuali nel 2015, Montella approderà a Genova sponda Sampdoria, stagione negativa, infatti la Samp riuscirà a salvarsi miracolosamente dalla retrocessione con un quindicesimo posto e 40 punti in classifica.

Leggi anche:  Verona-Roma, probabili formazioni: ritorna Zaniolo

Montella guiderà il Milan per una stagione e mezzo, l’intera stagione 2016-2017 per poi venire esonerato e sostituito da Gennaro Gattuso a Novembre della stagione successiva. Tuttavia durante l’esperienza rossonera Montella riesce a togliersi la sua prima soddisfazione, vincendo la Supercoppa Italiana a Doha contro la Juventus campione d’Italia, complice l’errore di Dybala dal dischetto contro Donnarumma nella serie di rigori finale. Durante la stessa stagione trionferà in campionato contro i bianconeri in Milan-Juventus 1-0, partita decisa da un gran tiro di Locatelli che trafisse Gianluigi Buffon sotto l’incrocio dei pali. Durante quell’anno, il Milan arriverà sesto in campionato raggiungendo i preliminari di Europa League. Dopo una parentesi al Siviglia, Montella riuscirà a portare alla salvezza la Fiorentina verso la fine della stagione 2018-2019, per poi venire esonerato la stagione successiva dopo un 4-1 interno contro la Roma, complici anche quattro vittorie su ventiquattro partite giocate come motivi del suo esonero alla viola.

Leggi anche:  DIRETTA LIVE Juve Stabia-Campobasso: cronaca e risultato in tempo reale

Giulio Romano Carlo

  •   
  •  
  •  
  •