Atalanta, esami continui a Zingonia per prevenire il Coronavirus

Pubblicato il autore: Filippo Davide Di Santo Segui

Nonostante la piena fase due, bisognerà tenere gli occhi ben aperti per quanto riguarda il Coronavirus: prevenire ogni forma di contagio nella maniera più sicura e idonea possibile. L’Atalanta ha riscontrato il famoso caso Sportiello come unico caso di Covid 19: il ragazzo era presente in quel di Valencia e il risultato del primo tampone non era del tutto una sorpresa. Risultato sorprendente invece quello del resto della squadra, che si è sottoposto ai vari test risultando momentaneamente negativo: esito ovviamente importante, ma guai ad abbassare la guardia in questi casi. Analizziamo quelle che saranno le prossime procedure in casa Atalanta.

ESAMI E CONTROLLI ANTI-COVID: L’ATALANTA NON ABBASSA LA GUARDIA – Come per gli allenamenti al Centro Bortolotti di Zingonia, l’Atalanta ha cominciato a fare ogni tipologia di esame per capire se, oltre al numero 57 atalantino, c’è anche qualche altra pedina positiva al Coronavirus. I nerazzurri hanno confermato in maniera ufficiale, per il momento, solo la positività di Marco Sportiello, anche se un controllo in più può risultare decisivo ai fini delle misure anti-contagio: specialmente se l’obbiettivo è quello di finire la stagione calcistica 2019-20 (contesto dove la confusione è ormai all’ordine del giorno). Staremo a vedere come si evolverà la situazione nelle prossime settimane.

  •   
  •  
  •  
  •