Calciomercato, Chiesa dribbla l’interesse di Juventus e Inter: “L’obiettivo è migliorarsi” (Video)

Pubblicato il autore: Alessandro Pallotta Segui

In attesa di capire quale sarà il destino di questa stagione di Campionato, i club italiani, nonostante alcuni casi di positività al Covid-19 di atleti e di altri componenti dello staff, hanno incominciato a dare il via libera ai propri calciatori per gli allenamenti individuali.
Tra questi club vi è la Fiorentina che, nonostante sia una delle squadre più colpite dal Coronavirus (con sei positivi, ndr.), da Venerdì è possibile svolgere gli allenamenti individuali nel centro sportivo ‘Davide Astori’ che ha riaperto le porte dopo la lunga pausa.

Calciomercato, le parole di Chiesa al “Corriere dello Sport”

Uno dei talenti più importanti della squadra guidata da Beppe Iachini è Federico Chiesa che, ai microfoni del “Corriere dello Sport“, ha espresso tutta la sua voglia di tornare in campo, ovviamente nel rispetto della salute pubblica e delle linee guida dettate dai medici: “Il mio è un messaggio di fiducia. Siamo assistiti da medici bravissimi, sono gli eroi del momento, stanno facendo un lavoro straordinario e vorrei davvero ringraziarli. Non dobbiamo avere paura. Io non ne ho, ho soltanto voglia di tornare in fretta al calcio, alle partite, al campionato. Dobbiamo chiudere una stagione, noi in particolare abbiamo il dovere di raggiungere la salvezza”.

Il talento della Nazionale azzurra, con la sua dedizione al lavoro e con le sue prestazioni, è finito nel mirino di alcune importanti società italiane (Juventus e Inter tra tutte) ed estere (si parla di un interessamento dell’Everton di Ancelotti). In particolare sembra che Chiesa sia l’obbiettivo numero uno di Antonio Conte che lo vorrebbe con lui in nerazzurro, per renderlo l’esterno del 3-5-2 perfetto per i suoi schemi. In merito alle voci di calciomercato, l’esterno della Fiorentina dichiara:”Non ci sono trattative in corso, c’è la Fiorentina. Non ho un procuratore, con la società parlo io e lui (il padre Enrico, ndr) è sempre al mio fianco. È il mio assistente personale (sorride). Non abbiamo mai preso in considerazione l’idea di avere un agente. In futuro chissà. Quella voce che mi accostava a Totti era una fake news, Francesco è stato il primo a contattare la società per chiarirlo (…) Con il presidente, con Giuseppe Barone e Pradè nell’ultimo anno abbiamo parlato tantissimo, il presente è l’unico tempo sul quale sono concentrato. Io penso al lavoro di tutti i giorni, agli obiettivi immediati, il principale è la salvezza. Speriamo di tornare tutti a giocare, il resto verrà”. L’esterno della Fiorentina ha inoltre analizzato i suoi punti di forza e di debolezza, dichiarando di voler migliorare soprattutto nella lucidità e dal punto di vista realizzativo:”Il mio obiettivo è il miglioramento generale, non solo quello tecnico, devo completarmi e sono il primo a rendermene conto. Sousa, che mi ha lanciato, ma anche Pioli, mi ripetevano spesso che il calcio si gioca prima di tutto con la testa. Io, per indole, sono portato a non amministrare le energie, ho una generosità che tante volte compromette la prestazione, talvolta manco di lucidità sotto porta. Devo migliorare e migliorare e ancora migliorare, trovare con più regolarità il goal, se voglio avvicinare mio padre che in Serie A ne ha segnati 138″.

  •   
  •  
  •  
  •