Estigarribia: ” Sorpreso da Chiellini, Vidal non è un alcolizzato”

Pubblicato il autore: Mario Nuvoletto Segui

E’ stato uno dei giocatori più apprezzati dai tifosi della Juventus nel 2012, Marcello Estigarribia, giocatore paraguaiano classe ’87, è uno dei volti della Juventus di Antonio Conte nell’anno che ha dato vita al ciclo vincente della formazione torinese. Il centrocampista con la maglia bianconera ha giocato 18 partite e ha segnato un solo gol, pesante, contro il Napoli, nel pareggio per 3-3 al San Paolo. Estigarribia, nonostante le ottime prestazioni, poi, non è stato riscattato dalla società bianconera. Attualmente, il centrocampista, è un tesserato del Colon De Santa Fe ed è stato raggiunto dai microfoni di TuttoJuve.com per parlare della Juventus e non solo.

La ripartenza della Serie A – La ripartenza, in Italia, è ancora in dubbio, con una possibile data fissata per il 13 giugno. Estigarribia ha così commentato la vicenda: “Ho letto che l’opinione pubblica è un po’ divisa, mentre le squadre hanno iniziato ad allenarsi con tutte le precuazioni. Nella Juve sono tornati Ronaldo, Higuain e gli altri stranieri. La Pandemia non è ancora finita, quindi è difficile ripartire“. Intanto il Comitato tecnico scientifico ha disposto quarantena collettiva in caso di contagio: “Penso che potrebbe essere complicato giocare in questo modo, perché puoi avere paura. Il primo pensiero va alla famiglia e chi hai intorno a te. Concordo con le parole di Marotta, secondo me ha ragione su questo argomento. Molti vogliono finire il campionato per interessi personali, ma non deve essere così. La salute viene prima di tutto. Per me si potrà partire nel momento in cui non ci sarà più rischio del Coronavirus“. Intanto in Argentina, nazione in cui gioca il paraguaiano con il Colon DSF, il campionato è concluso da settimane: “Sono ritornato in Parguay, da noi il campionato è finito e l’ufficialità è arrivata ormai da qualche settimana” dichiara Estigarribia.

Le polemiche di “Io, Giorgio” – Intanto in questi giorni fanno discutere le dichiarazioni di Giorgio Chiellini, difensore e capitano della Juventus, su Mario Balotelli e Felipe Melo. Il difensore ha avuto parole dure per i due giocatori e nelle ultime ore ha parlato anche di Arturo Vidal, artefice della rinascita bianconera. Marcelo Estigarribia è molto amico di Vidal ed ha commentato così le dichiarazioni di Chiellini, che ha rivelato come il cileno abbia la tendenza ad “alzare il gomito“: “Sono rimasto sorpreso dalle parole di Giorgio – afferma il centrocampista -, conosco bene Arturo e non è alcolizzato. Ricordo bene il periodo che abbiamo condiviso insieme alla Juve, quando uscivamo si è sempre comportato bene e non è mai stato sopra le righe con l’alcol“. Se per gli ex compagni di squadra e nazionale Chiellini ha avuto parole dure, per Mauro Icardi, attuale attaccante del PSG, ha riservato parole di elogio. Estigarribia ha avuto la fortuna di giocare con lui ai tempi della Sampdoria e lo vedrebbe bene con la maglia della Juventus: “Lo vedrei molto bene, è un grandissimo attaccante. La Juve farebbe davvero un grande affare. Poi ha sempre fatto male ai bianconeri, ricordo molto bene la vittoria dello ‘Stadium’ in cui fu protagonista con due gol. Qualche mese fa si parlava di uno scambio con Pjanic che ora invece sembra destinato al Barcellona. Credo che Jorginho, per caratteristiche, sia il suo sostituto, ma dovessi scegliere prenderei Arthur. Mi piace molto” ammette Estigarribia.

Il caso Higuain – Infine, Estigarribia, ha detto la sua sul caso Higuain che ha tenuto banco in queste ultime settimane, con le notizie che davano per certo l’addio alla Juve e la sua volontà di non tornare in Italia. Alla fine tutto è andato per il meglio e l’attaccante argentino è rientrato in Italia: “Ho letto che era in Argentina per motivi familiari, ma non credo che il prossimo anno giocherà nel River Plate. Magari potrà finire lì la carriera, ma credo che Gonzalo abbia ancora voglia di giocare in Europa in questo momento. Anche perché è ancora molto giovane” ha concluso il paraguaiano.

  •   
  •  
  •  
  •