La Juventus celebra il 29° scudetto, quello di Calciopoli: polemiche sui social

Pubblicato il autore: Alessandro Nidi Segui

La Juventus in questi minuti ha approfittato degli spazi virtuali offerti dai suoi canali social per celebrare la conquista del 29° scudetto, quello agguantato esattamente 14 anni fa e poi revocato in seguito alla vicenda Calciopoli. Era il 14 maggio 2006 e i campioni d’Italia sollevarono la coppa riservata al vincitore del titolo nazionale all’interno dello stadio “San Nicola” di Bari, dove avevano appena superato la Reggina per 2-0 con le reti dell’inossidabile duo offensivo composto da David Trezeguet e Alessandro Del Piero, lo stesso che il 5 maggio 2002 regalò un altro (inatteso) campionato a Madama. Quella gara si disputò in campo neutro in quanto la compagine calabrese si era ritrovata costretta a concludere la stagione lontano dallo stadio “Granillo” successivamente ai disordini registrati nel derby dello Stretto contro il Messina.

Leggi anche:  Euro2020, per ora comanda la Serie A: 18 gol su 50 arrivano da calciatori "italiani"

29° scudetto Juve: polemiche sui social

La “Vecchia Signora”, in quel periodo allenata dal friulano Fabio Capello, vinse a mani basse il campionato, fornendo peraltro l’ossatura alla Nazionale italiana che, poco meno di due mesi dopo, trionfò in Coppa del Mondo ai rigori contro la Francia. Così, la compagine zebrata ha deciso di ricordare quel momento poi cancellato dalle vicende processuali sportive, che decretarono la retrocessione della Juventus in Serie B e la condannarono a un anno di purgatorio, con tanto di penalizzazione da scontare (inizialmente -30, poi ridotta a -17 e, infine, a -9). Su Twitter i tifosi hanno potuto rivivere la grandezza di quella squadra (in attacco poteva contare anche su Ibrahimovic, Mutu e Nedved), mentre i sostenitori interisti non hanno perso tempo e si sono lanciati in alcuni sfottò nei confronti degli acerrimi rivali. Un’acredine acuita proprio da Calciopoli e dai suoi sviluppi.

  •   
  •  
  •  
  •