La Juventus festeggia il 29°scudetto, Ziliani polemico su Twitter

Pubblicato il autore: Gaetano Masiello Segui

Paolo Ziliani ironico sul proprio profilo Twitter. Il 14 maggio non è solo una data nefasta per i tifosi bianconeri, basti pensare allo scudetto perso al fotofinish nel 2000 nel diluvio di Perugia con vittoria dello scudetto da parte della Lazio. La Juventus celebra oggi sui propri profili ufficiali il 14 maggio del 2006 la Juventus ha conquistato sul “campo” il 29°esimo scudetto. In quell’occasione i bianconeri di Fabio Capello vinsero il tricolore sul neutro del ‘San Nicola’ di Bari battendo per 2-0 la Reggina grazie alle reti realizzate da David Trezeguet e Alessandro Del Piero. La partita fu giocata a Bari perchè dopo il derby contro il Messina, lo stadio ‘Granillo’ venne squalificato e pertanto i calabresi conclusero quella stagione fuori da Reggio Calabria. Sulla celebrazione del 29° scudetto della Juventus si è espresso Paolo Ziliani in maniera molto ironica su Twitter.

Leggi anche:  Sky, DAZN, Eleven Sports? Dove vedere Copa America 2021 in tv e in streaming, 47^ edizione Brasile

Ziliani lancia una frecciatina alla Juventus

Ziliani si è espresso ironicamente in merito alla celebrazione del 29°scudetto da parte della Juventus. Ecco le sue parole su Twitter: La Juventus comunica che ai festeggiamenti per lo scudetto n. 29 di cui ricorre oggi l’anniversario presenzierà anche Lance Armstrong che festeggerà a sua volta i 7 Tour de France (9 sul campo) meritatamente vinti. #FinoAllaFine”.

Ziliani rilascia anche alcuni tweet relativi alla ripresa della Serie A: Ma noi siamo per le partite a porte chiuse e in campo neutro e con arbitri AIA purchè i soldi di Sky arrivino”.

Ziliani critico sulla ripresa della stagione: “Ma l’importante è tornare a giocare subito, ogni tre giorni, sotto l’afa, alla mors tua vita mea: bisogna aiutare i presidenti più indebitati d’Europa”.

Leggi anche:  Europei, Guidolin alla GdS: "I gallesi sono gentili"

Ziliani scettico sul famoso protocollo: “Per dire le cose come stanno: il calcio (Lega e FIGC) hanno accettato il protocollo di Spadafora, quello che in pratica chiuderà il campionato col primo giocatore positivo, solo per non mettere a rischio, con un rifiuto, i soldi delle tv. Che comunque non li verseranno mai. Amen”.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: