Maldini: “Milan? Difficilmente finirà…”

Pubblicato il autore: Mario Nuvoletto Segui


Resta ancora incerto il futuro di Paolo Maldini. L’ex capitano rossonero, attualmente ai vertici del Milan, è intervenuto all’interno della trasmissione “Che tempo che fa“, condotta da Fabio Fazio su Rai Due. Maldini nella sua breve intervista ha parlato di quello che è stata la sua esperienza nella lotta contro il Covid-19 e quale sarà il futuro del campionato di Serie A, oltre che del suo futuro nella dirigenza del Milan. Paolo Maldini, però, ci tiene a precisare che ora sta bene e che il Coronavirus, per lui, è ormai alle spalle: “Tutta la mia famiglia è stata contagiata, sia i miei due figli che mia moglie, ma ora stiamo tutti bene. Sono state due settimane dure, ci ho messo un po’ a recuperare le forze. I miei figli, rispetto a me e mia moglie, hanno avuto una risposta migliore al virus, essendo più giovani” afferma la bandiera rossonera.

Leggi anche:  Dove vedere Ucraina-Macedonia del Nord: streaming e diretta tv in chiaro RAI?

La pandemia da Covdi-19 ha messo in ginocchio anche l’intero sistema calcistico, bloccando tutte le competizioni in atto. Mentre in altri paesi si prova la ripresa, con la Bundesliga che ha ripreso a giocare questo week-end, in Italia si cerca ancora di capire quale sarà il futuro del campionato e Maldini dice la sua: “La mia opinione è che si debba provare a finire il campionato di calcio. Il calcio è un’azienda, ha un indotto di quasi 5 miliardi e abbiamo il dovere di provarci. Anche gli altri sport sono sostenuto dagli indotti del calcio, secondo me dobbiamo provarci. È difficile mettere insieme i pezzi”. L’ex difensore del Milan poi continua: “Ho partecipato alle ultime riunioni della Lega e l’idea generale è quella di ripartire, c’è coesione di intenti. Poi questa idea va trasferita alla Federcalcio che la trasferisce al Governo. Se questo tavolo fosse composto da queste tre componenti, sarebbe tutto più facile. Ci sono cose che non vengono considerate, ad esempio la condizione mentale dei calciatori. Dopo due mesi di lockdown mettere dei giocatori in un ritiro chiuso sarebbe assurdo, è una cosa che non sta né in cielo né in terra e rischierebbe di portare a nuovi infortuni” sottolinea Maldini.

Leggi anche:  Alessandro Budel a SuperNews: “Barella stagione strepitosa. Sorprese della prossima stagione? Sarri alla Lazio un bel colpo. Brescia la piazza più importante della mia carriera”

In gioco, però, non c’è soltanto il futuro della Serie A e dell’intero calcio italiano, ma anche il suo: restare o no al Milan? Maldini prova a dare una risposta: “La storia della mia famiglia col Milan è così lunga che difficilmente avrà una fine…“. Una risposta misteriosa che accende le speranze dei tifosi di continuare a vederlo tra i vertici della società milanese, ma che da una parte gettano ancora ombre e dubbi sulla sua permanenza. Meno misteriosa, invece, è la sua risposta su chi vincerà il campionato, ovviamente in caso di ripartenza: “Per la legge dei grandi numeri lo vince la Lazio, perché la Juve ha vinto tanto” non ha dubbi Paolo Maldini, che poi continua: “Io ho detto che il calcio deve provare a ripartire, poi è chiaro che tutto va fatto in sicurezza. Poi se non si potrà finire non si finirà, ma credo che si debba provare” conclude.

  •   
  •  
  •  
  •