Calciopoli, De Paola choc: “Palamara, quei legami con Lotito e le indagini su Moggi jr…”

Pubblicato il autore: Alessandro Nidi Segui


Sono parole destinate a fare discutere quelle pronunciate su Calciopoli dall’ex direttore di “Tuttosport” Paolo De Paola, intervenuto nelle scorse ore ai microfoni di “Sportitalia”. Il giornalista ha tirato in ballo il nome di Luca Palamara, il magistrato al centro del caso relativo alle chat “togate” contro il leader della Lega, Matteo Salvini, sottolineando i legami di Palamara anche con il mondo del calcio, anche con lo stesso Lotito. Non voglio dire un termine sbagliato, che potrebbe essere quello di guerra tra bande, ma secondo me si sta in qualche modo verificando la caduta di un potere”.

Paolo De Paola: “Calciopoli? Rivediamo tutto”

“È clamoroso – ha proseguito De Paola – che Palamara sia il giudice che ha indagato su Calciopoli, in particolare sul figlio di Moggi. E il figlio di Moggi fu messo alla berlina da Palamara su delle intercettazioni ridicole che riguardavano la sua vita privata”. Non è tutto: “Il giudice Palamara è quello che aveva messo sotto accusa la cricca degli arbitri romani. E cosa era emerso? Telefonate compiacenti, biglietti, favori, viaggi. Tutto quello di cui è accusato Palamara stesso. Cioè, un giudice che accusa un sistema di avere connivenze, di avere piaceri, favori… Ma come faccio a fidarmi di un giudice che a sua volta non è assolutamente insensibile a certe lusinghe? Allora io dico: rivediamo tutto, c’è qualcosa che è stato sbagliato.

  •   
  •  
  •  
  •