RicordiAmo: Torino-Mantova 3-1, il miracolo granata

Pubblicato il autore: Giacomo Morandin Segui

11 giugno 2006: davanti a un “Delle Alpi” con 60.000 spettatori, il Torino conquista la Serie A vincendo 3-1 contro il Mantova dopo la partita di andata persa in Lombardia per 4-2 e una stagione folle, seguita dal fallimento dell’estate 2005 con Urbano Cairo che il 1 settembre acquista il Torino e in 19 giorni costruisce la squadra che poi darà in mano a Gianni De Biasi.

Un pathos che raramente si era visto, con un pubblico incredibile che fa ruggire il “Delle Alpi” dopo il rigore segnato da Rosina al 36′ che prelude a quella che sarà una notte storica per il Toro.
L’intervallo servirà a calmare i “bollenti” spiriti (32 gradi) ma non la grinta dei giocatori granata che rientrati in campo continuano l’assedio verso la porta mantovana, che mancano il gol con Abbruscato e di nuovo con Rosina ma al terzo tentativo Muzzi su corner sempre di “Rosinaldo” stacca di testa e insacca il 2-0 che porterebbe la sfida ai supplementari: nel festeggiare sotto la curva però si procura uno stiramento muscolare e dev’essere sostituito da Fantini.
La partita è nervosissima, alla fine saranno 14 ammoniti e un espulso il risultato della “guerra” in campo, non senza colpi proibiti come quello di Doudou a Cioffi che in una delle azioni finali prima del novantesimo, alza il gomito verso il difensore centrale del Mantova ma non viene sanzionato con il rosso.

Leggi anche:  Juventus, Cristiano Ronaldo non si sbilancia: "Quello che verrà, sarà per il meglio. Ora sono concentrato sull'Europeo"

Ai supplementari è bagarre totale, saltano gli schemi e le squadre sono stanchissime. Minuto 95: corner battuto da Rosina, Davide Nicola in contro tempo all’indietro colpisce di testa e scavalca Brivio, 3-0 e il “Delle Alpi” esplode letteralmente di gioia, lo stesso Nicola lo ricorda ancora oggi emozionato (https://twitter.com/DavideNicolaOff/status/1006152126702280704).
Il Torino è vicino alla Serie A, ma non è ancora finita.
Cinque minuti dopo Melara commette un’ingenuità clamorosa e concede il rigore al Mantova: Poggi realizza il 3-1 e tutti capiscono che ci sarà da soffrire fino all’ultimo secondo.
Il destino a volte è un bivio, in questo caso vita e morte “sportiva” si separano nell’istante in cui il tiro di Gasparetto al minuto 118 esce di millimetri dal palo di Taibi: silenzio quasi tombale nello stadio e la panchina del Mantova disperata per un tiro che poteva valere la Serie A, soffiato fuori probabilmente dal sospiro dei 60.000 tifosi del Toro.

Leggi anche:  Dove vedere Milan Genoa Primavera, streaming gratis e diretta TV in chiaro

Qualche minuto dopo, l’arbitro Farina fischia la fine e può scatenarsi l’incredibile gioia di tutto l’ambiente granata, che dopo l’incubo di essere cancellati dal calcio, rivedono la luce della Serie A (https://www.youtube.com/watch?v=fVdLUKX-hmI).

TORINO-MANTOVA 3-1
Torino (4-4-2): Taibi; Nicola, Doudou, Brevi, Balestri; Lazetic (8’pts Melara), Gallo, Longo (35’st Edusei), Rosina; Muzzi (20’st Fantini), Abbruscato.
Panchina: Fontana, Ferrarese, Stellone, Vryzas.
All: De Biasi

Mantova (4-4-2): Brivio; Sacchetti, Notari, Cioffi, Lanzara; Sommese (27’pt Brambilla), Grauso (44’st Graziani), Spinale, Caridi; Noselli (7’pts Poggi), Gasparetto.
Panchina: Bellodi, Mezzanotte, Di Cesare (espulso), Doga, Graziani.
All: Di Carlo

Arbitro: Farina di Novi Ligure
Marcatori: 36’pt Rosina (rig), 18’st Muzzi, 5’pts Nicola, 10’pts Poggi (rig).

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: