La rinascita di Insigne, dall’ammutinamento a leader del Napoli

Pubblicato il autore: Francesco Moscato Segui


Napoli-Roma, il derby del Sole, in un San Paolo vuoto, in cui si sente di tutto, da incitazioni, consigli, e qualche parolaccia che ci sta, si affrontano le due squadre che in campionato hanno dato maggior delusioni ai propri tifosi.

Distanti 15 punti dall’imprendibile Atalanta, il Napoli, la spunta, a pochi dalla fine, con un gioiello del suo capitano Lorenzo Insigne, che ci ha creduto, ha battuto con un tiro a giro, mix di precisione e potenza a battere il portiere dei giallorossi Pau Lopez, che ha salvato il risultato in più di un’occasione.
Sì, proprio Insigne, che dopo il gol, è corso da Gattuso abbracciandolo, quasi ringraziando, Ringhio per la sua rinascita. Sesto gol in campionato, per un calciatore che di solito supera la decina in campionato.

Leggi anche:  Roma-Spezia 4-3: Pellegrini salva tutto in pieno recupero

Criticato nel periodo di Ancelotti, la maggioranza dei tifosi chiedeva la sua testa, dopo il famoso ammutinamento post-Salisburgo in Champions League.  Col tecnico di Reggiolo non ebbe un gran rapporto sul suo schieramento in campo, con Gattuso è rinato.
Applicazione, assist e gol, che hanno dato 3 punti al Napoli agganciando la Roma in classifica.

Sempre criticato per tentare questo famoso “tiro a giro”, visto che il suo mito Del Piero ci riusciva sempre, ora ha vinto anche Insigne, vendicandosi contro chi l’ha criticato per tanto tempo.

  •   
  •  
  •  
  •