Inter, le parole di Conte in conferenza: “Nessuna squadra ha l’obbligo di vittoria. Su Perisic…”

Pubblicato il autore: Alessandro Pallotta Segui


Antonio Conte
insieme all’ad Giuseppe Marotta, nella consueta conferenza stampa alla vigilia della partita di campionato contro la Fiorentina, ha rilasciato delle importanti dichiarazioni in merito ai propri calciatori, al calciomercato, agli obbiettivi stagionali e al rapporto con la società.

Le parole di Conte in conferenza: “Abbiamo acquisito esperienza con Vidal e Hakimi”

Antonio Conte in conferenza ha subito parlato del lavoro svolto con la squadra nelle ultime settimane: “Abbiamo finito per ultimi, abbiamo lavorato bene. Sono felice dell’attitudine e della disponibilità dei calciatori. Siamo pronti, siamo pronti per iniziare. E’ un campionato difficile come ha detto il direttore. Dobbiamo confermare la credibilità dell’anno scorso. Vogliamo confermare la nostra credibilità a tutti i livelli, nazionale e internazionale visto che ci siamo giocati un trofeo internazionale“.

Sui nuovi acquisti Antonio Conte non ha dubbi: “Abbiamo acquisito esperienza con Vidal e Hakimi. Hakimi è giovane ma ha intrapreso una carriera che sarà una carriera importante. Sono totalmente d’accordo con il club, abbiamo scelto una strategia completamente in accordo. Tenendo conto della situazione di tutti i club“.
Conte in conferenza ha parlato anche del rapporto con la società e del modus operandi adottato: “Stiamo lavorando in totale serenità e totale sintonia. Sapendo che dobbiamo consolidare quello che abbiamo fatto lo scorso anno. Dobbiamo consolidare questa credibilità. Abbiamo fatto 82 punti e abbiamo ottenuto buoni risultati“.

Il tecnico nerazzurro ha inoltre dichiarato: “Nessuna squadra ha l’obbligo di vittoria, nessun allenatore può assicurare al proprio club il 100% di possibilità di vittoria. Penso che squadre come l’Inter abbiano l’obbligo di essere protagoniste, quindi essere competitive fino alla fine“.

Sul nuovo arrivato Vidal, Conte in conferenza ha affermato: “Arturo sta bene, è già in buone condizioni fisiche. Tatticamente stiamo facendo cose nuove rispetto al passato con me. Si sta inserendo bene, è calciatore intelligente tatticamente. Può fare tutto, uno dei due centrali in mezzo, può fare l’interno, il trequarti“.

Per ciò che riguarda il ritorno di Perisic invece il tecnico ex Chelsea ha affermato: “Grandissima esperienza al Bayern. Ora è tornato, con grande volontà e voglia di giocare nell’Inter. Vuole darci una mano e sono contento che lui abbia questa voglia. Quando c’è questa voglia e questo entusiasmo, diventa più facile per me“.

  •   
  •  
  •  
  •