Milan, Galliani: “Con il gol di Muntari avremmo vinto e cambiato la storia”

Pubblicato il autore: Anna Rosaria Iovino Segui


Galliani e Berlusconi hanno fatto grande la storia del Milan, l’ex ad dei rossoneri, durante un’intervista a Libero, torna su quello che è stato l’inizio della fine del loro lavoro con la società: “Il gol di Muntari era regolarissimo, il mio più grande rimpianto è questo”. L’ad del Monza dichiara: “Avremmo vinto il secondo scudetto consecutivo con Allegri e sarebbe cambiata la storia”.

Milan, Galliani: “Senza cedere Ibra e Thiago Silva…”

A causa di quell’episodio del gol annullato a Muntari, che ha compromesso le sorti della stagione, sono stati costretti alla cessione di giocatori importanti, come Ibrahimovic e Thiago Silva, che Galliani sa quanto valore abbiano: “A distanza di nove anni ancora sono giocatori che giocano ad alti livelli. Due campioni. Potevamo ripartire con il quarto grande Milan, soprattutto se avessi concluso l’acquisto di Tevez. Potevamo ancora essere lì a fare la storia”. Queste le parole dell’attuale ad del Monza Calcio, di quanto un singolo episodio possa intrecciarsi con altre situazioni e cambiare totalmente tutto.
Adriano Galliani ha sempre lodi per quello che è stato un grande giocatore al Milan, Andrea Pirlo: “L’abbiamo ceduto troppo presto, è vero. Adesso è un allenatore, lui è un predestinato, sa tutto del calcio e soprattutto si applica. Non fallirà”. 
Sulle sorti del campionato, non facile all’era del Covid-19, aggiunge: “Il campionato di quest’anno è come una lotteria. Alla fine vincerà chi ha meno Covid. Sappiamo che ogni giorno è come un bollettino di guerra”. 

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Juventus, è morto Giampiero Boniperti