Inter, riecco Handanovic in versione Batman

Pubblicato il autore: Mattia Dalmazio Segui

In molti lo hanno soprannominato Batman, così da spiegare come Samir Handanovic alle tante critiche nei suoi confronti non ci ha mai  dato peso e anche l’avesse fatto con numeri e prestazioni la controtendenza delle stesse, facendo rispondere al campo così come fanno i campioni. In tanti hanno dichiarato che il suo rendimento è calato a vista d’occhio in questa stagione e che Samir abbia perso reattività incolpando le sue incertezze di punti persi sul campo. Il grave errore commesso nella semifinale di andata di Coppa Italia contro la Juventus spinge il numero uno nerazzurro (con più di 500 presenze in Serie A) a cercare la rivincita e questa arriva proprio nella stracittadina. La stracittadina non è una partita come le altre ma la più importante di tutto il campionato, l’Inter consolida la vetta ma non solo: con i goal di Lautaro Martinez e Lukaku , perché se dopo 90 minuti il risultato dice che Milano è nerazzurra è merito anche dell’estremo difensore sloveno che con le sue prodezze ha tenuto la porta nerazzurra inviolata. Il derby diventa il derby di capitan Handanovic, il numero uno della beneamata è stato uno dei protagonisti della vittoria sui cugini rossoneri, tre parate miracolose figlie di una ritrovata sicurezza che permettono all’Inter di uscire indenne dal momento di maggior spinta del Milan ma fermare due volte Zlatan Ibrahimovic e poi Tonali ha seriamente contribuito alla fuga dei nerazzurri in testa alla classifica. Il portierone interista, capitano e profondamente legato ai colori nerazzurri da nove stagioni, si ruba la scena in questo derby ma come dice lui la parata più difficile è sempre la prossima.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Inter, Ausilio a Sky Sport: "Ci teniamo stretto Antonio Conte"