Gravina: “Lazio-Torino? impossibilità a giocare”

Pubblicato il autore: Francesco Moscato Segui


Dopo il caso Juventus-Napoli del 4 ottobre scorso, in cui la società azzurra la domenica della partita fu imposta a non partire per Torino dall’Asl napoletana, stasera anche Lazio-Torino non si giocherà come imposto dalla azienda sanitaria torinese.

Ricordiamo che il Napoli aveva 2 positivi al Covid in quel periodo, ma la domenica prima il Napoli giocò con Genoa che aveva 10 calciatori infetti e nessuno impedì ai rossoblù di non partire.
L ‘Asl è un ente superiore alla Lega, ed i protocolli sportivi, poco contano dinanzi alla salute.
Il Napoli, subì sconfitta a tavolino egli fu tolto un punto in classifica. Poi sappiamo che il Coni, restituì punto e tolse la vittoria alla Juve, che scese in campo.

Gravina presidente della FIGC, si è espresso poco fa: “Lazio-Torino? C’è oggettiva impossibilità di giocare”.  Poi continua:Qui abbiamo con certezza l’individuazione di una disposizione dell’Asl di Torino, che non è dell’ultima ora. E di fronte a una norma del nostro ordinamento sportivo molto chiara, è evidente che non si può disputare la gara.”

Eppure ad ottobre, non era così vicino al rinvio della gara, in cui disse che era giusto giocare.
Anche la stampa nazionale, con i quotidiani sportivi più famosi, che spingono il Torino a restare a casa per non rovinare la situazione.
Eppure la Lazio, scenderà in campo, il Toro subirà sconfitta a tavolino e punto di penalizzazione.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Calciomercato Serie A: i nomi più chiacchierati in ogni ruolo