Superlega, Florentino Peréz: “Aiuteremo il calcio”

Pubblicato il autore: Martina Musu Segui


La creazione della Superlega sembra essere davvero una realtà concreta. Una competizione privata, alternativa alla Champions League, che unisce le migliori squadre europee in una specie di campionato considerato di super élite. La Superlega è un progetto al quale stavano già lavorando da diverso tempo alcuni dei più influenti rappresentati del calcio europeo. Tra questi esponenti troviamo Andrea Agnelli, Joel Glazer e Florentino Peréz, presidente del Real Madrid dal 2009 e primo presidente della Superlega, questo stravolgente progetto.

La Superlega sarà formata da 20 squadre. Al momento ci sono tre squadre italiane (Juventus, Milan e Inter). Tra le altre squadre abbiamo Manchester United, Manchester City, Liverpool, Chelsea, Tottenham, Arsenal, Barcellona, Real e Altletico Madrid. Non hanno accettato o non è pervenuta risposta all’invito da Psg, Bayern Monaco e Borussia Dortmund. La data di inizio non è stata ancora annunciata ma, secondo indiscrezioni, l’obiettivo è far esordire questo nuovo progetto già ad agosto 2021, tra quattro mesi.

Leggi anche:  Superlega, ecco le sanzioni ai 9 club che hanno lasciato: punite anche Inter e Milan

Le parole di Florentino Peréz, primo presidente della Superlega

Peréz, uomo inarrivabile, con mille progetti per la testa, ieri in conferenza stampa ha commentato così la nascita della Superlega: “Aiutiamo il calcio di ogni livello a prendere il posto che gli spetta nel mondo. Il calcio è l’unico sport al mondo con più di 4.000 milioni di sostenitori e la nostra responsabilità, come grandi club, è di rispondere ai desideri dei tifosi”.

  •   
  •  
  •  
  •