UFFICIALE nasce la “Superlega”: Inter, Juventus e Milan bandite dalla Serie A? Ecco le ultime notizie

Pubblicato il autore: Alessandro Pallotta Segui


Alle ore 16.00 di Domenica 28 Aprile 2021 giornali del calibro del ‘The New York Times‘ e l’ ‘Equipe’ hanno sganciato una notizia che potrebbe stravolgere il mondo del calcio: secondo i media sopracitati,  alcuni dei maggiori club europei, sarebbero in procinto di annunciare la creazione di una nuova Superlega europea al di fuori della Uefa.  La notizia ha fatto il giro del mondo in pochissimi minuti e le reazioni di alcuni dei diretti interessati non si sono fatte attendere.

Superlega di calcio europea: le dichiarazioni di Ceferin e Gravina

A margine dell’esecutivo UEFA tenutosi a Montreux, il presidente Aleksander Ceferin si è espresso sulla formazione della Superlega: “La Superlega è una proposta orribile, i pochi club aderenti sono mossi da avidità. I giocatori impegnati in Superlega non giocheranno né il Mondiale né l’Europeo, non potranno essere convocati in nazionale. È uno sputo a chi ama il calcio, non lasceremo che ce lo portino via. È una proposta disonorevole ed egoista“.

Dello stesso avviso anche il presidente della Figc Gabriele Gravina, che da Montreux ha affermato: “Ribadisco il nostro no alla Superlega. Il calcio è dei tifosi. L’unica riforma percorribile è quella nata dalla proposta Uefa sulla Champions League, ogni tentativo di fuga in avanti è irricevibile e dannoso per il calcio europeo. L’adesione a questo progetto pone gli stessi club fuori dal contesto riconosciuto dalla Fifa. Il patrimonio sportivo e culturale delle singole competizioni rappresenta un valore aggiunto per qualsiasi torneo internazionale, vogliamo difendere il merito sportivo e la possibilità per ogni squadra di inseguire un grande sogno, insieme ai propri sostenitori. Il calcio è dei tifosi, va modernizzato, ma non snaturato. Il calcio è partecipazione e condivisione, non è un club elitario“.

Leggi anche:  Superlega: quali sanzioni rischia chi non abbandona definitivamente?

Quali club partecipano alla Superlega europea?

I club coinvolti in questa prima composizione della Superlega europea sarebbero al momento 12 e dovrebbero ufficializzare la propria partecipazione a questa nuova competizione nelle prossime ore. Il format della Superlega prevede la creazione di due gironi da 10 squadre ognuno. I club fondatori che faranno sicuramente parte di questo nuovo progetto sono:

  • Tre italiane (Inter, Milan e Juventus);
  • Tre spagnole (Real Madrid, Barcellona e Atletico Madrid);
  • Sei inglesi (Liverpool, Manchester Utd, Manchester City, Chelsea, Tottenham, Arsenal). 

Al momento non è prevista la partecipazione di club tedeschi (come Bayern Monaco e Borussia Dortmund) e francesi (come Psg, Lione e Marsiglia). Questi dodici club spartirebbero da soli circa 3.5 miliardi di euro, un introito molto superiore rispetto a quello previsto da una eventuale qualificazione alla Champions League.

Nasce la Superlega: la risposta della UEFA. Inter, Milan, Juventus bandite dalla Serie A?

La risposta della UEFA a questa ipotesi che sta prendendo forma nelle ultime ore non si è fatta attendere. In un comunicato stampa apparso sul proprio sito web infatti, la UEFA ha condannato l’ipotesi di una creazione della Superlega europea, considerando essa come un progetto basato sull’interesse personale di pochi club in un momento in cui la società ha più che mai bisogno di solidarietà. Ecco un estratto del comunicato della Uefa: “Chi partecipa sarà bannato da tutte le competizioni nazionali e internazionali a livello mondiale. Giocatori esclusi dalle Nazionali. Ringraziamo club tedeschi e francesi che si sono rifiutati di aderire (…) Questo persistente interesse personale di pochi va avanti da troppo tempo”.

Terremoto Superlega: arriva l’ufficialità

Secondo quanto riportato dal Daily Mail, la Superlega europea verrà annunciata alle ore 21.30 (del Regno Unito) di Domenica 18 Aprile 2021. La carica di presidente della Lega sarà di Florentino Perez (Presidente del Real Madrid) mentre quelle di Vicepresidente verranno assegnate a John Henry del Liverpool, Joel Glazer del Manchester United, Andrea Agnelli della Juventus e Stan Kroenke dell’Arsenal. Intanto voci dalla Spagna fanno sapere che, per Florentino Perez, la Superlega europea è l’unica cosa che potrà salvare il mondo del calcio in questo periodo di crisi.

Leggi anche:  Inter, Ausilio a Sky Sport: "Ci teniamo stretto Antonio Conte"

Dopo qualche ora è arrivata l’ufficialità dell’istituzione della Superlega europea.

Così scrive Calcioefinanza: “La Superlega diventa realtà: 12 club, tra i quali Juventus, Milan e Inter, hanno reso noto la creazione della Superlega Europea, con un comunicato congiunto. Dodici prestigiosi club europei di calcio hanno annunciato oggi congiuntamente un accordo per costituire una nuova competizione calcistica infrasettimanale, la Super League, governata dai Club Fondatori. AC Milan, Arsenal FC, Atlético de Madrid, Chelsea FC, FC Barcelona, FC Internazionale Milano, Juventus FC, Liverpool FC, Manchester City, Manchester United, Real Madrid CF e Tottenham Hotspur hanno tutti aderito in qualità di Club Fondatori. È previsto che altri tre club aderiranno come Club Fondatori prima della stagione inaugurale, che dovrebbe iniziare non appena possibile (si parla di Agosto 2021, ndr). In futuro, i Club Fondatori auspicano l’avvio di consultazioni con UEFA e FIFA al fine di lavorare insieme cooperando per il raggiungimento dei migliori risultati possibili per la nuova Lega e per il calcio nel suo complesso”.

Tutti i club fondatori della Superlega sono usciti dall’ECA (European Club Association) e non fanno più parte di Uefa e Fifa, dando un vero e proprio inizio ad una rivoluzione nel mondo del calcio.

Leggi anche:  Cristiano Ronaldo resta alla Juventus, ecco i dettagli

Creazione Superlega: possibili sviluppi?

La UEFA, come sopracitato, ha minacciato i Club fondatori della Superlega Europea di un’esclusione oltre che dalle competizioni internazionali, anche da quelle Nazionali accordandosi con le rispettive Leghe. Al momento i Club coinvolti nella costituzione di questa nuova costituzione, non ritengono di poter essere estromessi dal campionato nazionale.

Ma quali possono essere gli sviluppi di questa vicenda?

  1. Creazione della Superlega e continuità dei campionati nazionali (anche perché le Leghe nazionali non sopravviverebbero senza i top club fondatori coinvolti nella costituzione di una nuova competizione);
  2. Creazione della Superlega ed espulsione dei club fondatori, causando un danno economico fortissimo alle Leghe Nazionali che perderebbero molti introiti economici e appeal. In un caso simile non si può escludere la creazione di una nuova competizione;
  3. Dialogo tra UEFA e Stati fondatori della Superlega, trovando un modo per far coesistere le due competizioni.

Nella mattinata di Lunedì 19 Aprile è arrivata l’ufficialità che i club della Superleague non saranno espulsi dalle competizioni europee di questa stagione: Real Madrid, Chelsea e Manchester City si sfideranno in Champions League e Manchester United e Arsenal si sfideranno nel Europa League.
Inoltre sembra che anche i campionati nazionali in corso non siano in discussione, eventuali sanzioni dovrebbero scattare dalla prossima stagione.

  •   
  •  
  •  
  •