Il ritorno di Allegri alla Juventus: “Ronaldo un campione, la Champions un desiderio”

Pubblicato il autore: Alessia Pina Alimonti Segui

Allegri alla Juventus
Massimiliano Allegri è ufficialmente il nuovo allenatore bianconero. Oggi nella conferenza stampa Agnelli ha confermato il ritorno di Allegri alla Juventus dicendo: “Max è l’allenatore della Juventus perché ha la personalità di scrivere un nuovo capitolo“. L’allenatore ha proseguito elogiando Ronaldo e Dybala, tirata di orecchie per Rabiot e poi obiettivo Champions.

Allegri alla Juventus, le parole di Agnelli

Non c’è bisogno di presentazioni per il ritorno di Allegri alla Juventus ed infatti Agnelli non si dilunga in inutili complimenti e va dritto al sodo: vincere. Il Presidente bianconero in conferenza stampa ha affermato: “Superfluo che mi dilunghi sul palmares di Max. É l’allenatore della Juventus perché ha la personalità per scrivere un nuovo capitolo. Vogliamo arrivare in primavera a lottare per tutti gli obiettivi. Non è una scelta di cuore o affetto, che comunque esiste, ma di riconoscenza di competenze verso Max“. Agnelli, inoltre, conferma Chiellini: “L’ho sentito io lunedì scorso, mi sembrava ridicolo interrompere le sue vacanze del capitano della Juve per venire a firmare il contratto. Non c’è nessun problema con Chiellini“.

Leggi anche:  Primera División argentina, 11° turno: il River Plate sale al terzo posto

Le parole di Allegri: la squadra, la lotta scudetto e la Champions

Durante la conferenza stampa, Allegri parla molto della squadra e analizza pregi difetti dei suoi giocatori. Spiega che la lotta scudetto sarà dura per la presenza di allenatori di un certo livello, come Mourinho, ma è fiducioso di arrivare lontano in Champions.

L’importanza di Ronaldo

Sono parole di stima quelle che Allegri dedica a Ronaldo. Riguardo al Portoghese ha detto: “Ronaldo è un campione. Ieri è tornato e ci ho parlato. Gli ho detto che è un anno importante e che sono contento di ritrovarlo. è tornato con stimoli e condizioni ottime. Ha fatto 130 gol con la Juve, i numeri parlano per lui, ma da lui mi aspetto molto anche come esperienza“.

I commenti a Rabiot, Kulusvski e Bernardeschi

Allegri commenta anche il lavoro degli altri componenti della squadra. Per Max Rabiot può fare di più. Ha, infatti, affermato: “Rabiot ha qualità importanti, da centrocampista deve fare molto di più dei tre gol dell’anno scorso“. Su Kulusevski Allegri non si sbilancia. Spiega: “Datemi tempo, l’ho visto in solo due allenamenti. Deve sicuramente crescere in fase realizzativa, ha un motore importante e quindi è migliorabile“. Ha poi proseguito: “Per me sarà importante creare dei valore per questi giocatori, che è il motivo per cui sono stato chiamato. Creare valori e risultati. Questa è una squadra divertente da allenare, perché ha tanti calciatori migliorabili“. L’allenatore parla anche di Bernardeschi, dicendo: “É un giocatore importante e si presenta con la testa giusta. Dobbiamo diventare un squadra, siamo un gruppo, ma dobbiamo diventare una squadra“. Tace sul calciomercato e sule trattative per Locatelli. Ha dichiarato: “Di Locatelli non parlo, è una questione di mercato e io non parlo di mercato“.

Leggi anche:  Serie A, dove vedere Hellas Verona Roma in diretta tv e streaming: Sky o DAZN?

Il ritorno di Allegri alla Juventus tra vecchie conoscenze e nuovi allenatori e il sogno Champions

Non si può non parlare di lotta scudetto e obiettivo Champions. Allegri è motivato ma non sottovaluta gli allenatori avversari. Max ha spiegato: “Il campionato italiano ha allenatori importanti. Sono tornati Spalletti e Moutinho, c’è Sarri alla Lazio, Inzaghi all’ Inter. L’Inter ha vinto ed è dunque la favorita“. L’obiettivo, però, non è solo scudetto ma anche le altre coppe. Ha, infatti, affermato: “Dobbiamo essere bravi a costruire un percorso che ci porterà a vincere il campionato . Abbiamo la Supercoppa, la Coppa Italia e poi c’è la Champions che deve essere un desiderio da parte di tutti. Per vincere la Champions devono esserci tante componenti. Una volta agli ottavi una squadra ha la possibità di vincerla“.

Leggi anche:  Serie A, dove vedere Hellas Verona Roma in diretta tv e streaming: Sky o DAZN?

 

  •   
  •  
  •  
  •