Marelli torna sull’episodio di Torino-Inter: «Con il VAR a chiamata non sarebbe accaduto»

Pubblicato il autore: Mattia DElia


Luca Marelli
, ex arbitro di Serie A e oggi analista televisivo a Dazn, è tornato a parlare del mancato rigore concesso al Torino nel match di domenica sera contro l’Inter per il contatto fra Andrea Ranocchia e Andrea Belotti. L’ex arbitro ha voluto parlare del VAR, Massa, e delle possibili novità in futuro. Ecco le sue parole al Corriere delle Sera.

Le parole di Luca Marelli: «Con il VAR a chiamata non sarebbe accaduto»

«L’unica spiegazione è che il VAR, Massa, abbia scelto non l’immagine più giusta, ma quella più in grado di supportare l’arbitro in campo. Ovviamente, in questo modo non si arriva alla verità, è un utilizzo distorto della tecnologia. L’arbitro non può andare a rivedere l’azione di sua spontanea volontà ogni volta che ha un dubbio, altrimenti lo farebbe venti volte a partita. Il compito di richiamare la sua attenzione in caso di errore chiaro ed evidente è del VAR. La tecnologia a chiamata può essere la soluzione? Avrebbe sicuramente risolto la situazione del contatto Belotti-Ranocchia. Per me ci si arriverà, si tratta di un approdo naturale, come è già avvenuto in tanti altri sport in giro per il mondo. La tecnologia deve essere al servizio del gioco, quindi anche delle società. Attualmente è solo al servizio degli arbitri»

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Dimissioni Cda Juventus, il comunicato ufficiale della società
Tags: , , ,