Il Bologna ferma l’Inter, Inzaghi: “Possiamo recuperare ma non dipende più da noi”

Pubblicato il autore: Margot Grossi


Simone Inzaghi ha commentato ai microfoni dei giornalisti, la sconfitta per 2-1 contro il Bologna. L’erroraccio di Ionut Radu è stato fatale per i nerazzurri che ora si trovano in grossa difficoltà nella corsa al primo posto.

Inzaghi e il rimpianto per la grande occasione persa

I tre punti persi pesano molto. L’allenatore dell’Inter ha espresso tutta la sua delusione: “Senz’altro, c’è amarezza, è normale sia così. Non siamo più padroni del nostro destino, dovremo vincere assolutamente le ultime quattro e guardare il Milan. Abbiamo approcciato il match nel migliore dei modi, bisognava fare il secondo gol e non prendere quello di Arnautović perché poi come abbiamo visto in partita può succedere di tutto”.

Cosa è mancato: “Abbiamo fatto un ottimo primo tempo, con una pecca sul gol di Arnautović che non puoi concedere. Abbiamo creato tanto e meritato il secondo gol. Poi nella ripresa la frenesia e nell’aver velocizzato le giocate ci ha penalizzati, ma eravamo in partita. Il Bologna non si è mai presentato in area, poi dopo l’infortunio del secondo gol si è persa lucidità. Ora siamo indietro, dobbiamo recuperare e non dipende più da noi”.

Leggi anche:  Amichevole, dove vedere Fenerbahce-Salernitana streaming gratis e diretta Tv: Sky o DAZN?

L’Inter è speranzosa, ma c’è tanto lavoro da fare

Merito del Bologna o colpa dei Campioni d’Italia in carica?: “Troppo frenetici noi. Volevamo segnare dopo l’1-1, abbiamo avuto occasioni clamorose come quella di Lautaro e creato altre situazioni. Il rammarico più grande però è non aver chiuso la partita nel primo tempo. Nella ripresa abbiamo perso un po’ le distanze pur avendo fatto bene, dopo l’infortunio del gol preso però ci siamo disuniti. La squadra ha creato, deve tenere alata la testa. E’ un brutto passo falso ma dobbiamo andare avanti. Il Bologna ha fatto una partita di grandissimo sacrificio, mancano 12 punti e due punti a quattro giornate dalla fine si possono recuperare. Dobbiamo lavorare”.

Inzaghi salva Ionut Radu nonostante la papera fatta

Non è mancata la domanda su Radu e il suo futuro: “Stia tranquillo, è un ottimo portiere. Aveva giocato bene con l’Empoli e si allena sempre bene. Ha la fiducia mia e dei suoi compagni. Gli infortuni individuali vanno messi in preventivo, se fosse accaduto sul 3-0 sarebbe stato diverso”.

  •   
  •  
  •  
  •