Mazzarri esonerato dal Cagliari, ma spunta un particolare retroscena

Pubblicato il autore: Margot Grossi


Il Cagliari Calcio ha ufficializzato l’esonero di Walter Mazzarri. Il club sardo è in piena lotta retrocessione, ma dopo averci pensato per qualche giorno, è arrivato a questa decisione.

La confitta contro il Verona è stata decisiva per il 60enne di San Vincenzo, che era subentrato a Leonardo Semplici lo scorso settembre, in seguito a due sconfitte e due pareggi.

Con l’arrivo di Mazzarri, i tifosi si erano illusi in una ripresa, ma così non è stato. Infatti, dopo un primo periodo buono, ha seguito un periodo di crisi, con i risultati che hanno faticato ad arrivare.

Panchina affidata ad Agostini. I commenti dei tifosi

Adesso, ciò che si domandano i sostenitori rossoblù e tutti gli appassionati di calcio, è se l’aver sollevato Walter Mazzarri dall’incarico a sole tre giornate dalla fine del campionato, abbia senso. La stagione vede i Casteddu impegnati nella lotta salvezza.

Leggi anche:  Calciomercato Milan, parla Maldini: "Ecco chi vuole compare il Milan"

Tra i commenti sui social come Instagram, si può leggere: “Come si fa mandare a un allenatore a 3 giornate dalla fine?? Chiunque arrivi in questo momento dovrà fare un miracolo”. E ancora: “Ma che senso ha?”. C’è chi scrive che l’esonero sarebbe dovuto arrivare molto prima: “Io dico…farlo a 3 giornate dalla fine che senso ha… dovevano esonerarlo mesi fa ! Incompetenti!”.

Il finale è tutto da scrivere, proprio per questo motivo, la società sarda ha affidato la squadra ad Alessandro Agositini, giovane allenatore ed ex calciatore italiano di ruolo difensore. Il 42enne toscano sarà presente a partire dalla gara di domenica contro la Salernitana. Tra le compagini da lui allenate in passato ci sono le Giovanili e la Primavera del Cagliari.

Il retroscena sull’esonero di Walter Mazzarri

Secondo l’emittente sarda Videolina, prima ancora che venisse esonerato dal ruolo di allenatore, il club isolano aveva invitato Walter Mazzarri a dimettersi. Il tecnico ha prontamente risposto di no. Via libera dunque alla promozione di Agostini fino a fine campionato.

  •   
  •  
  •  
  •