Milan: ecco a chi dedica la vittoria dello scudetto Ibrahimovic

Pubblicato il autore: Andrea Milano


Zlatan Ibrahimovic torna a vincere lo scudetto. L’ennesimo della carriera del super campione svedese, che stavolta ha una dedica speciale da fare. Eccola: “La dedica è per Mino Raiola, era uno di quelli che voleva rivedermi al Milan. Lui mi direbbe di continuare a giocare altri dieci anni e rubare più soldi”. Non può dimenticare il suo storico procuratore e amico Zlatan Ibrahimovic e infatti non lo fa. L’uomo simbolo del Milan, stavolta più fuori dal campo che dentro, è stato comunque fondamentale nella conquista dello scudetto numero 19.

Tutto il valore di Ibrahimovic nella vittoria del Milan

“Undici anni fa c’ero io. Oggi vinciamo e ci sono. Quando sono tornato due anni e mezzo fa avevo fatto una promessa, l’ho mantenuta. Volevo vincere lo scudetto e portare il Milan dove doveva essere. Tanti ridevano, tanti non ci credevano, invece abbiamo fatto capire alla squadra cosa siano i sacrifici. Ho fatto capire anche al mister che potevamo vincere lo scudetto e abbiamo vinto”. Queste le altre parole di Ibrahimovic che con tutti i suoi discorsi motivazionali, i suggerimenti agli attaccanti in particolare, è riuscito a far esprimere al meglio i più giovani e proteggere tutto l’ambiente rossonero, esponendosi sempre in prima persona e mettendoci la faccia anche e soprattutto quando le cose non andavano. Capobranco, leader, carismatico, fenomeno, chi più ne ha più ne metta. Mi piace chiudere momentaneamente il capitolo Ibrahimovic-Milan, in attesa di avere news sul suo futuro in questo modo e con queste parole da lui espresse: “Ero e sono come Braveheart…”.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Paolo Maldini: "L'obiettivo è la seconda stella"