De Laurentiis indagato per falso bilancio per l’acquisto di Osimhen

Pubblicato il autore: Anna Rosaria Iovino


Aurelio De Laurentiis indagato per falso bilancio nell’ambito del trasferimento di Victor Osimhen dal Lilla al Napoli. Non solo il patron partenopeo, indagati anche altri quattro esponenti del consiglio di amministrazione del Napoli.

De Laurentiis indagato per falso bilancio per l’acquisto di Osimhen

Operazione eseguita dalla Guardia di Finanza su ordine della Procura di Napoli, la quale ha effettuato una serie di perquisizioni tra Castel Volturno, Roma e in Francia per verifiche sul contratto che era già finito nel mirino della Procura Federale nel caso plusvalenze, che poi aveva escluso illeciti da parte del club azzurro qualche mese fa. Nella sentenza, non solo il Napoli, ma tutti i club sono stati esclusi da illeciti.

L’attaccante nigeriano era stato acquistato nell’estate del 2020 dal Lille, nell’affare erano entrati anche Karnezis e i giovani Manzi, Palmieri e Liguori. L’operazione è stata al centro delle indagini del Caso Plusvalenze, insieme ad altri club e dirigenti italiani (Juve, Napoli e altre 9 società, oltre a 59 dirigenti tra cui Aurelio De Laurentiis e Andrea Agnelli).
Le indagini sono condotte dal pm Francesco De Falco con il procuratore aggiunto Vincenzo De Falco. Il Napoli è assistito dall’avvocato Gino Fabio Fulgeri.

Leggi anche:  Mondiali, probabili formazioni Croazia-Belgio: le scelte di Dalic e Martinez

Nelle settimane scorse polizia anche nella sede del Lille, sempre per lo stesso motivo. Situazione critica per le società che nel caso avessero a che fare con falsi bilanci, avrebbero non poche difficoltà.

  •   
  •  
  •  
  •