Juventus, Allegri: “Su Morata non dico niente. Diverso con i tre punti in palio”

Pubblicato il autore: Luca Piedepalumbo


Una brutta Juventus, senza idee e ancora imballata dalle fatiche del precampionato cade rovinosamente contro l’Atletico Madrid alla Continassa, perdendo 4-0: tripletta di uno strepitoso Morata. Al termine della gara amichevole l’allenatore dei bianconeri, Massimiliano Allegri, ha analizzato la sconfitta subita contro la squadra spagnola, a pochi giorni dall’inizio del campionato di Serie A.

Sugli assenti – “Oltre agli squalificati Kean e Rabiot e a chi come Pogba e McKennie è fuori più a lungo, c’è Cuadrado con questa gastroenterite, per cui siamo questi e con questi dobbiamo assolutamente portare a casa i tre punti. Il Sassuolo ha tecnica e ha la stessa squadra dell’anno scorso: dsovremo essere molto bravi, avere un piglio diverso”.

Prestazione e mercato – “Su Morata non posso dire niente perché è un giocatore dell’Atletico. Ha fatto molto bene Bremer, ha fatto bene Gatti. Nel secondo tempo abbiamo avuto più ritmo: è normale che va così se concediamo all’Atletico il contropiede, che è il suo pane, e non abbastanza attenzione sulle palle inattive”.

Leggi anche:  Empoli-Sturm Graz, streaming gratis e diretta tv Sportitalia o DAZN? Dove vedere amichevole

Forma fisica e preparazione – “L’Atletico Madrid è una delle squadre più forti in Europa con una rosa importante. Noi ci siamo arrivati anche un po’ stanchi, abbiamo lavorato molto questa settimana al rientro dall’America. Da tutte le cose negative bisogna trarre l’aspetto positivo: l’insegnamento è che abbiamo solo una settimana per prepararci al meglio soprattutto a livello mentale, per vincere le partite ci vogliono ben altre cose. Strascichi di questo 4-0? No, ma sappiamo che il 15 con tre punti in palio l’atteggiamento sarà sicuramente diverso”.

  •   
  •  
  •  
  •