Champions League, la situazione delle squadre italiane

Pubblicato il autore: Giuseppe Livraghi


La quinta (penultima) giornata del primo turno di Champions League ha fatto registrare la qualificazione dell’Inter (vittoriosa per 4-0 in casa con i cechi del Viktoria Plzen), la conferma del già qualificato Napoli (3-0 interno agli scozzesi dei Rangers di Glasgow), un importante passo avanti da parte del Milan (4-0 esterno ai croati della Dinamo Zagabria) e l’eliminazione della Juventus (piegata per 3-4 a Lisbona dal Benfica, sua “bestia nera”). Qui di seguito le varie situazioni.

Napoli


La massima competizione continentale ha visto all’opera un grande Napoli, già qualificato agli ottavi di finale e capolista a punteggio pieno (cinque successi in altrettanti confronti) del gruppo A con tre lunghezze di vantaggio sul Liverpool secondo in graduatoria, suo avversario -oltremanica- nell’ultima giornata: essendosi imposti per 4-1 all’andata al “Diego Armando Maradona”, i partenopei manterrebbero la prima posizione anche in caso di sconfitta per 0-3, poiché tale risultato rimetterebbe in equilibrio gli scontri diretti tra le due compagini ma lascerebbe agli azzurri il primato per via della miglior differenza reti totale (che dall’attuale +16 calerebbe a +13, mentre gli inglesi salirebbero a +12 dall’attuale + 9).

Leggi anche:  Calciomercato Milan: dai Mondiali potrebbe arrivare il rinforzo difensivo

Inter

Già alla fase a eliminazione diretta anche l’Inter, aritmeticamente seconda classificata del raggruppamento C, a cinque punti dalla capolista Bayern Monaco (avversaria -in Germania- dei meneghini nell’incontro conclusivo della fase) e a +6 sul Barcellona (“dirottato” agli spareggi di Europa League).

Milan

Vicino al passaggio del turno anche il Milan, secondo in graduatoria nel gruppo E, a tre punti dal Chelsea capolista (già sicuro del primo posto per via degli scontri diretti, essendosi imposto per 3-0 all’andata in Inghilterra e per 2-0 al ritorno a San Siro) e a +1 sul Salisburgo terzo classificato: per accedere agli ottavi di finale, ai rossoneri basterà un pareggio nello scontro diretto casalingo con la compagine austriaca.

Juventus

Già eliminata, invece, la Juventus, distante ben otto lunghezze dalla “zona qualificazione”: terzi in classifica a -8 dalla coppia formata da Paris Saint-Germain e Benfica, i bianconeri dovranno addirittura difendere l’accesso agli spareggi di Europa League dall’insidia consistente nel Maccabi Haifa, ai quali i piemontesi sono appaiati a quota tre e in parità negli scontri diretti (successo per 3-1 juventino all’andata a Torino, affermazione mediorientale per 2-0 al ritorno in Israele). In caso di arrivo a pari punti si ricorrerà alla differenza reti, che vede gli uomini di Massimiliano Allegri attualmente in vantaggio (-3 contro -9).

  •   
  •  
  •  
  •