Napoli, Spalletti ricorda Vialli: “Aveva carisma ed è stato un precursore di grandi idee e visioni”

Pubblicato il autore: Veronica Pecorilli

Napoli Spalletti ricorda Vialli

Napoli Spalletti ricorda Vialli durante la conferenza stampa a SkySport, momento di raccoglimento anche per Sinisa Mihajlovic. Luciano Spalletti davanti alle telecamere risulta visibilmente commosso, ricorda il suo primo incontro con Gianluca ai tempi dell’Entella: “Fu chiaro da subito che era un leader. Un vero fuoriclasse, ha dato tutto per noi“.

Napoli Spalletti ricorda Vialli: minuto di silenzio anche per Sinisa

Parliamo di due perdite enormi nel mondo del calcio, Gianluca Vialli e Sinisa Mihajlovic. E’ proprio il Napoli di Luciano Spalletti a ricordare i due giganti ed approfitta del minuto di silenzio per un profondo raccoglimento. Prima della conferenza stampa che porta alla gara contro la Sampdoria: “Con la squadra, prima di iniziare l’allenamento, abbiamo pensato a come partecipare al ricordo di Vialli e Mihajlovic domani allo stadio“.

Leggi anche:  Serie A: Monza-Sampdoria, le probabili formazioni

Aneddoto su Vialli ai tempi dell’Entella

Prima dell’inizio della conferenza stampa Luciano Spalletti ha chiesto un minuto di silenzio per ricordare sia Gianluca Vialli che Sinisa Mihajlovic. Ha poi ricordato un suo aneddoto riguardo l’ex attaccante della Sampdoria.

L’aneddoto raccontato da Spalletti: “Ho un ricordo personale di Vialli: nella stagione 1985/1986 giocavo a Chiavari, lui nella Samp, spesso facevamo delle amichevoli settimanali. Su una palla lunga mi ritrovai a correre con lui, nel confronto caddi a terra e l’arbitro fischiò fallo. Si fece poi altri 20 metri di corsa per venirmi a dare la mano e aiutare a rialzarmi, si vedeva come fosse un fuoriclasse senza perdere l’umiltà”.

Prosegue Luciano Spalletti: “Aveva carisma ed è stato un precursore di grandi idee e visioni sia in campo che fuori: uno dei primi attaccanti a pressare in avanti, uno dei primi ad andare in Inghilterra e nella doppia figura di giocatore-manager, uno dei primi commentatori, me lo ricordo bene a Sky per competenza e rispetto. Ha speso tutto se stesso per noi, lo abbiamo visto anche negli ultimi Europei. Lo ringrazio davvero per quanto fatto“.

  •   
  •  
  •  
  •