Mourinho sfugge alla squalifica: pagherà una multa di 20mila euro, comunicato della Federazione

Josè Mourinho sfugge alla squalifica ma dovrà pagare una multa pari a 20.000 euro. L'intera quota sarà devoluta in beneficienza all'AIL. Ad ufficializzare la multa e il patteggiamento è la Federazione stessa, tramite un comunicato ufficiale. Di seguito i dettagli.

Mourinho multa

Roma, Josè Mourinho sfugge alla squalifica ma dovrà pagare una multa pari a 20.000 euro. La procura sportiva aveva aperto un fascicolo su di lui per la frasi pronunciate in conferenza stampa, nella gara contro il Sassuolo a Mercenaro e Berardi. Un vero e proprio procedimento d'indagine per l'allenatore giallorosso, una sanzione cospicua di ammenda che sarà devoluta in beneficienza all'AIL. Mourinho e la società Roma pagheranno la quota alla FIGC: 20.000 euro ciascuno. Ricordiamo che, il match è stato infine vinto dalla Roma con un risultato di 2 a 1 fuori casa.

Leggi anche:  Intervista esclusiva a Sabatino Durante: “L’Inter non prenderà Gudmundsson e Bento, ti dico la mia su Allegri e Thiago Motta. Sugli Europei…”

Mourinho multa e patteggiamento

L'allenatore della Roma evita la squalifica. Le frasi pronunciate in conferenza stampa riguardo il match di Sassuolo-Roma non vengono comunque lasciate impunite. Josè Mourinho è sanzionato con 20.000 euro di ammenda, l'intera quota sarà devoluta in beneficienza all'AIL. Ad ufficializzare la multa e il patteggiamento è la Federazione stessa, tramite un comunicato ufficiale: "A seguito dell'accordo di patteggiamento raggiunto dalle parti l'allenatore della Roma José Mourinho è stato sanzionato con un'ammenda di 20mila euro da devolvere all'Associazione Italiana contro Leucemie, Linfomi e Mieloma (AIL). La stessa sanzione, anch'essa da devolvere all'AIL, è stata applicata anche alla Roma, per responsabilità oggettiva ai sensi degli articoli 6, comma 2, e 23, comma 4, del Codice di Giustizia Sportiva".

Le parole in conferenza stampa

Il match contro il Sassuolo viene vinto dalla Roma con un risultato di 2 a 1. L'allenatore giallorosso durante la conferenza stampa si lascia sfuggire alcuni pensieri sul match del Mapei Stadium, afferma di 'non essere tranquillo'. Si espone sull'arbitro designato, Mercenaro di Genova, afferma: "Non ha stabilità emozionale adatta per questa gara". Riguardo il Var Di Bello: "Con lui sempre sfortunati". Sull'attaccante Domenico Berardi: "Prende falli, gialli, rigori inesistenti. Così è troppo: io lo amo, ma allo stesso tempo lo odio. Se fosse un mio giocatore avrebbe un problema con me con quell'atteggiamento".