Dal 5 gennaio, nuova produzione originale SkySport: "Lazio, 1974: grande e maledetta"

Dal 5 gennaio 2024 tre episodi inediti, di un appuntamento unico quanto atteso: "Lazio, 1974: grande e maledetta". Un progetto di Stefano De Grandis, regia e realizzazione di Massimo Bomprezzi con Andrea Parini. Un viaggio che ripercorre la favola biancoceleste.

Lazio nuova produzione SkySport

Lazio, nuova produzione SkySport "Lazio, 1974: grande e maledetta". Dal 5 di gennaio 2024, tre episodi inediti di un appuntamento unico quanto tanto atteso. La produzione affidata a Sky, prima volta con una società di calcio (S.S. Lazio). La produzione disponibile on demand su Sky e NOW, sarà composta dai seguenti capitoli: La GrandezzaPistole e Palloni e La Maledizione. Il contenuto andrà ad approfondire l'intera parabola della Lazio, Tommaso Maestrelli. Si aggiungono tutti i trionfi della società, la genesi, mito. Viene, inoltre, ripercorso il viaggio dalla Serie B sino allo scudetto.

Leggi anche:  Serie A, probabili formazioni Lecce-Atalanta: le scelte di Gotti e Gasperini

La miniserie composta da 3 episodi è un progetto di Stefano De Grandis, regia e realizzazione di Massimo Bomprezzi con Andrea Parini, il montaggio di Fabio Fiorentino e la consulenza editoriale di Guy Chiappaventi. Grafiche di Andrea Gilardi e Salvatore Allegrezza.

Lazio nuova produzione SkySport: 'La grandezza'

Il nuovo progetto SkySport ripercorre la favola biancoceleste: il primo episodio 'La grandezza', farà viaggiare il suo pubblico laziale. Un episodio che ricorda il percorso in Serie B, anno in cui sfiorò lo scudetto nel 1973 (vincendolo l'anno successivo). Un episodio che mostra il gruppo rissoso di quegli anni, diviso tra due fazioni che si scontravano in allenamento e tornavano unite in campionato grazie al magico lavoro del suo allenatore. Un mister capace di portare in Serie A il calcio totale all’olandese.

Leggi anche:  Serie A, probabili formazioni Torino-Milan: le scelte di Juric e Pioli

'Pistole e palloni'

Una Lazio capace di ogni cosa, una squadra stravagante che giocava a calcio e con le pistole. L'episodio 'Pistole e palloni' racconta la Roma violenta degli anni ‘70, alle prese coi contrasti sociali, con l’austerity e con l’imminente referendum sul divorzio. Un mondo che oggi sembra così lontano, composto da giocatori esuberanti, come Giorgio Chinaglia. Un racconto approfondito su di lui, fino all'addio e approdo negli States.

'La maledizione'

L'ultimo episodio 'La maledizione' viaggerà attraverso l'addio di Giorgio Chinaglia fino alla malattia di Tommaso Maestrelli. Quest'ultimo, minerà seriamente le fondamenta della società laziale fino al punto di sfaldarsi con la morte di Re Cecconi. Un ragazzo di soli 28 anni, scambiato per un rapinatore, e ucciso in una gioielleria a due passi da casa.