Inter, Achraf Hakimi positivo al Covid-19: ecco quali partite salterà

Pubblicato il autore: Danilo De Falco Segui


Continuano a salire i contagi al Covid-19 in Serie A. Attualmente i calciatori positivi sono trentacinque. L’ultimo in ordine cronologico è l’esterno dell’Inter, Achraf Hakimi. Il marocchino è risultato positivo oggi nel giro di ultimi controlli previsti prima della sfida di Champions League contro il Borussia Mönchengladbach di questa sera. A comunicarlo è stata proprio l’Inter: FC Internazionale Milano comunica che Achraf Hakimi è risultato positivo al Covid-19 in seguito all’ultimo controllo Uefa (previsto dal protocollo della manifestazione) effettuato in vista della gara di questa sera contro il Borussia Mönchengladbach. L’esterno nerazzurro è totalmente asintomatico e seguirà da ora le procedure previste dal protocollo sanitario”.
Achraf Hakimi si aggiunge ai già positivi Milan Skriniar, Roberto Gagliardini, Ionut Radu e Ashley Young, risultato positivo al secondo tampone dopo i dieci giorni di quarantena. Guariti definitivamente invece il difensore Alessandro Bastoni e il centrocampista Radja Nainggolan.

Leggi anche:  Pistocchi sulla Juventus: "Piatta e prevedibile. Con il rientro di CR7, Pirlo..."

Hakimi positivo al Covid-19: ecco quali partite salterà

Achraf Hakimi non ci sarà sicuramente stasera contro il Borussia in Champions League. L’esterno marocchino non ci sarà nemmeno sabato contro il Genoa e settimana prossima contro lo Shakhtar Donetsk per la seconda giornata di Champions League. Tra dieci giorni c’è il Parma a San Siro e anche in quel caso Hakimi dovrà guardare i suoi compagni di squadra da casa. Ma se quel giorno il classe ’98 dovesse risultare negativo al secondo tampone, c’è una piccola possibilità di vederlo in campo martedì 3 novembre per il big match contro il Real Madrid. Conte spera di recuperarlo per la sfida clou del Gruppo B di Champions League e anche Hakimi vorrà essere in campo contro la squadra che non ha creduto in lui. Nel caso non dovesse farcela per il Real, domenica 8 c’è l’Atalanta, altra gara molto delicata. E in quel caso, Hakimi servirà tanto a Conte per arginare le avanzate offensive di Robin Gosens.

  •   
  •  
  •  
  •