Mondiali in Qatar, Infantino: “Queste lezioni morali sono solo ipocrisia”

Pubblicato il autore: Veronica Pecorilli

Mondiali in Qatar Infantino

Mondiali in Qatar, dichiarazioni di Gianni Infantino Presidente della FIFA, che torna all’attacco dei detrattori a seguito dell’insoddisfazione sull’argomento ‘Qatar’. La nazione ospitante finisce al centro di forti critiche, centrando il punto su condizioni negative legate ai migranti con spiacevoli questioni sui diritti civili.

Mondiali in Qatar, Infantino: denunciare le “lezioni morali”

Il dirigente sportivo svizzero e presidente della FIFA, Giovanni Vincenzo Infantino, torna ad attaccare i detrattori a seguito della crescente insoddisfazione generale riguardante i Mondiali in Qatar. L’obiettivo è denunciare le “lezioni morali” degli europei, denominati dal presidente come “ipocriti”.

Dichiarazioni in conferenza

Le sue dichiarazioni ai giornalisti durante la conferenza stampa inaugurale, inevitabili nel suscitare estremo scalpore: “Quello che sta accadendo in questo momento è profondamente, ingiusto. Per quello che noi europei abbiamo fatto negli ultimi 3000 anni dovremmo scusarci per i prossimi 3000 anni, prima di dare lezioni agli altri. Queste lezioni morali sono solo ipocrisia

Leggi anche:  Camerun-Serbia, streaming gratis e diretta tv Rai Sport? Dove vedere Mondiali 2022

Il numero uno della FIFA prosegue: “Oggi mi sento qatarino, oggi mi sento arabo, oggi mi sento africano, oggi mi sento gay, oggi mi sento disabile, oggi mi sento lavoratore migrante“.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: