Milan, le parole di Montella e Galliani dopo la vittoria contro la Lazio

Pubblicato il autore: Gioacchino Moncado Segui

Milan-Conferenza-Montella-640x383-800x500_cÈ un Montella soddisfatto e contento quello che si è presentato ai giornalisti nel dopo partita contro la Lazio. La seconda vittoria consecutiva in campionato, peraltro senza subire alcuna rete, rilancia le ambizioni della formazione rossonera che sembra stia iniziando ad assimilare in maniera ottimale le idee dell’allenatore napoletano. Contro la Lazio sono arrivate ancora una volta buone impressioni dalla solidità mostrata dalla squadra che, a parte qualche sbandamento ad inizio gara, non ha subito mai la pressione degli avversari e dal gioco espresso dai rossoneri che per larghi tratti sono stati autori di una brillante prestazione.

Ne è consapevole anche lo stesso Montella che a fine partita ha manifestato tutta la propria soddisfaizone.

“Sono contento, c’è fierezza. Il gruppo sta crescendo e vedo tutti molto coinvolti, in primis i giocatori che purtroppo sono poco impegnati, questa cosa è molto positiva. Questa crescita si è vista nelle ultime due partite. La normalità del Milan devono diventare queste prestazioni. Bisogna essere più ottimisti per il futuro. Si può dire che la sconfitta con l’Udinese ci ha riportati con i piedi per terra. I nostri competitor sono l’Inter, la Fiorentina, la Lazio e il Sassuolo: dobbiamo essere equilibrati nei giudizi e pensare a crescere come squadra. Io non ho la presunzione di avere la bacchetta magica, né di replicare il calcio visto a Firenze. Ci manca ancora quella leggerezza di giocare un calcio allegro, spumeggiante e continuo. Questi giocatori ci possono arrivare, hanno solo bisogno di liberarsi la mente e giocare con più leggerezza, specialmente qui a San Siro. Adesso dobbiamo pensare già ai prossimi impegni dopo aver superato con merito i test contro Sampdoria e Lazio”.

Montella ha poi parlato anche della prestazione di alcuni singoli, soffermandosi in particolare su Calabria, Montolivo e Paletta.

” Davide proviene dal settore giovanile. È giovane e ha bisogno di crescere. Contro la Lazio  ha fatto molto bene ed è un giocatore che può essere molto utile per la nostra squadra. Per quanto riguarda Montolivo, invece, non so se ci sia accanimento su di lui. E’ partito dall’inizio perché contro la Samp ha fatto una grande partita. È normale che i giocatori di maggior spicco siano sempre sotto l’occhio d’ingrandimento. Sono molto contento per il rendimento che sta avendo Paletta. E’ un giocatore di grande fisicità e sta crescendo molto”.

La prestazione contro la Lazio ha soddisfatto anche l’Amministrato Delegato del Milan Adriano Galliani che ha parlato ai microfoni di Milan TV.

“Siamo stati contratti all’inizio, poi siamo cresciuti. Abbiamo avuto molte occasioni da gol quindi bene. Ora la classifica inizia a sorridere ma non esaltiamoci. Questa sera si è vista un’idea di calcio precisa, quindi questa cosa ci fa piacere. Calabria ha fatto molto bene. Abbiamo molti giovani italiani, tutti molto validi. Ci sono tante cose positive. Suso e Niang? Suso è arrivato a parametro zero, Niang è costato due milioni: lui ha molta forza fisica e grande qualità. Montella è un allenatore che cerca di dare un gioco alla propria squadra, e questa cosa piace al Presidente Berlusconi, al sottoscritto e ai tifosi. Bisogna continuare così”.

Anche Galliani si è soffermato a parlare dei singoli ed in particolare di Bacca e Montolivo.

“Bacca ad oggi vale quanto Higuain ed Icardi, è un giocatore eccezonale. Io e Montolivo ci prendiamo in giro su chi sia il più contestato (ride, ndr). Il capitano soffre le critiche che spesso sono ingenerose. Sa giocare sia da play basso che da interno di centrocampo e contro la Lazio ha fatto un’ottima partita”.

 

  •   
  •  
  •  
  •