Goal alla Maradona ancora una volta per Dries Mertens (VIDEO)

Pubblicato il autore: marco.stiletti Segui

Il meraviglioso gol di Mertens alla Lazio ha ricordato tante reti identiche del passato.  Qualcuno lo ha accostato a quello di Vieri con l’Atletico Madrid dalla linea di fondo contro il Paok Salonicco. Il gol del momentaneo 1-3 all’Olimpico contro i biancocelesti è arrivato con un fantastico pallonetto di destro, arrivato dopo un’uscita di Strakosha: schiena alla porta il belga si è coordinato e ha disegnato un arcobaleno partito quasi dalla linea laterale e finito sotto la traversa.  Ma il paragone con Maradona è lampante: Diego il 24 febbraio 1985, proprio contro la Lazio (ma al San Paolo), mise a segno una tripletta.Il gol di Maradona in Napoli-Lazio del 1985 fu uno di quelli che arrivò proprio con un pallonetto da fuori area, con una dinamica molto simile a quella del gol di Mertens. In quel caso, il portiere costretto a inchinarsi fu Nando Orsi. Il belga nonostante il gran gol rimane umile.  “Non mi paragono a Maradona. E’ difficile però giudicare ma diciamo il suo. Ho visto la palla che è rimasta lì, poi ho visto il portiere che stava rientrando in porta in maniera lenta e ho pensato di fare il pallonetto. Sono molto contento per il gol ma più per la vittoria“.

Leggi anche:  Serie A, dove vedere Hellas Verona Roma in diretta tv e streaming: Sky o DAZN?

Non è la prima volta che Dries Mertens realizza i gol alla Maradona. Ultima la punizione contro l’Espanyol nell’amichevole dell’11 agosto che portò in vantaggio il Napoli proprio contro gli spagnoli, poi gara terminata 2-0 dopo la rete di Albiol. Il belga al paragone con Maradona sembra incredulo e mostra umiltà. “Non mi rendo conto di quello che ho fatto, devo prima andare a casa per realizzarlo. L’ultimo gol è alla Maradona? Sono contento di continuare così e dare tutta, ma per essere come lui devo ancora lavorare un po’. Scherzo!! Dobbiamo migliorare per quanto riguarda il gruppo in tante cose. Oggi abbiamo incassato dei gol troppo facili e questo non lo possiamo fare“.

 

  •   
  •  
  •  
  •