Juve – Fiorentina, Allegri in conferenza: “Szczesny in porta. Bernardeschi? Devo valutare”

Pubblicato il autore: Yuri Lo Stuto Segui
L'allenatore della Juventus Allegri

L’allenatore della Juventus Allegri

Alla vigilia del match contro la Fiorentina, Massimiliano Allegri ha parlato in conferenza stampa toccando vari argomenti. La sua Juventus è reduce dal successo di domenica contro il Sassuolo grazie alla tripletta di Paulo Dybala e domani sera tornerà in campo contro una storica rivale che ha reso sempre la vita difficile ai bianconeri, durante il turno infrasettimanale valido per la quinta giornata del campionato di Serie A.

Queste le prime parole del tecnico livornese: “Siamo solamente alla quinta giornata di campionato, è ancora presto per tirare le somme e di solito le prime indicazioni veritiere le si traggono verso il decimo turno, ma per ora procediamo tutti insieme tranquillamente.
Sicuramente domani scenderà in campo Szczesny, che concederà un turno di riposo a Buffon, essendo il futuro della Juventus e l’erede di Gigi. Per gli altri uomini che giocheranno dovrò valutare accuratamente nella giornata di domani tenendo anche in considerazione la partita di sabato contro il Torino.

Bernardeschi?
Come già detto devo valutare, potrebbe partire dall’inizio ma anche entrare a partita in corso; in questo momento i cambi possono diventare determinanti, quindi è necessario l’aiuto di tutti. Federico domenica è entrato bene in panchina, deve abituarsi a giocare nella Juventus, lottare su ogni pallone consapevole che alcune volte pesa più di altre.
Quest’anno sarà ancora più importante vincere le partite contro le squadre cosiddette “medio-piccole” e bisogna tenere presente che la quota scudetto al momento è 90 punti, considerando anche i passaggi a vuoto dell’anno scorso contro Milan, Inter, Roma e Napoli quando abbiamo mancato occasioni preziose per allungare in classifica.

Giocherà la stessa difesa vista in campo contro il Sassuolo?
Non so, devo decidere. Intanto dobbiamo sopperire all’infortunio di De Sciglio che lo terrà fuori almeno per 40 giorni, poi anche qui devo valutare perché Howedes è recuperato, però non potrà giocare dall’inizio, quindi è pronto Sturaro che a Barcellona ha fatto una buona partita.
La Juventus inoltre non è vero che in difesa ha fatto meno bene dello scorso anno, anzi è il contrario se si esclude la partita di Genova. A volte perdiamo concentrazione e dobbiamo sicuramente migliorare nella gestione della partita. A Barcellona ci hanno punito e contro il Sassuolo abbiamo preso un gol evitabile.
Higuain potrebbe giocare così come Mandzukic, sono ancora indeciso ma domani valuterò anche il modulo e sono anche intrigato da Howedes che mi permetterà di schierare anche la difesa a tre, mentre Chiellini potrebbe riposare in vista del derby di sabato. Khedira sta recuperando, ma starà fuori ancora 10 giorni prima di tornare in campo.

Cosa è mancato in alcuni momenti contro il Sassuolo?
Domenica il problema sono stati gli avversari in grado di allungare la squadra avversaria e noi siamo caduti nella trappola, dobbiamo cercare di gestire meglio questi momenti cercando di non subire tiri e ripartire in fretta.
La Fiorentina? Una bella squadra, formata da giocatori giovani e tecnici per iniziare un nuovo ciclo, ben organizzata, ed è per questo che domani mi aspetto una partita complicata. Serve grande rispetto. Dobbiamo giocare bene, fare una buona fase difensiva e dare una prova di solidità, portando a casa il risultato. Federico Chiesa è uno dei profili migliori che abbiamo in Italia, avrà sicuramente un futuro importante.
A centrocampo sicuramente giocherà Matuidi che insieme a Pjanic forma una coppia straordinaria, essendo un giocatore di livello internazionale, essendosi allenato con i migliori mister sulla piazza.
Devo decidere anche su Douglas Costa ma molto probabilmente partirà dall’inizio anche lui. Il periodo di ambientamento è superato ma è normale che un giocatore arrivato dall’estero abbia difficoltà ad inserirsi nel campionato italiano.”

Queste le parole di Massimiliano Allegri in vista della partita contro la Fiorentina, e da ciò che ha detto ha lasciato ben intendere che domani si deciderà il grosso della formazione che scenderà in campo all’Allianz Stadium di Torino. Sicuri di giocare, quindi, Szczesny in porta e Matuidi a centrocampo insieme a Pjanic, ma d’altronde le scelte della zona nevralgica del campo sono obbligate dati gli infortuni di Marchisio e Khedira, con Bentancur pronto a responsabilizzarsi ulteriormente dopo il match giocato a Barcellona. In palio ci sono 3 punti importantissimi per mantenere il passo di Inter e Napoli, con i nerazzurri impegnati stasera a Bologna ed i partenopei domani sera a Roma contro la Lazio.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Calendario Serie A 6° giornata: quali match su Sky e Dazn?