Inter, Spalletti striglia Santon: “Se chiede scusa non gioca più”

Pubblicato il autore: Andrea Medda Segui


Il tecnico dell’Inter Luciano Spalletti, parla subito dopo il pareggio di San Siro contro la Roma della prestazione della sua squadra ed inevitabilmente di quelli che sono stati gli episodi che hanno portato nerazzurri e  giallorossi ad aggiudicarsi un unico punto che non aiuta nella corsa al posto Champions.

Nelle interviste nel post partita, l’allenatore di Certaldo non nasconde la delusione per un pareggio che sta stretto all’Inter visto il secondo tempo dominato e i numerosi salvataggi del portiere della Roma Alisson, ma non dimentica la prima frazione di gioco in cui i suoi sono sembrati completamente in balia degli avversari: “A volte abbiamo il timore di non farcela, a volte scompariamo dal campo e non deve succedere”.
Fondamentale, in negativo per l’Inter, l’episodio che ha portato al gol giallorosso di El Shaarawy in cui un’indecisione di Santon ha spalancato il campo all’attaccante della Roma dandole il vantaggio. Proprio a proposito dell’errore di valutazione di Davide Santon, uscito dal campo negli ultimi minuti della sfida chiedendo scusa al pubblico di San Siro, Spalletti non vuole assolutamente sentir parlare di scuse da parte del suo terzino: “Non deve chiedere scusa a nessuno, anzi, se viene a chiedere scusa a me non lo faccio più giocare. Non è facile parlare dal divano e dai salotti, sul campo è tutta un’altra cosa: sono cose che succedono”.

Sulla corsa Champions e ai primi posti, Spalletti chiude con un auspicio che sa di incoraggiamento per la sua Inter: “Noi siamo l’Inter, non dobbiamo avere timore di nessuno. Non dobbiamo chiedere scusa a nessuno. Noi siamo l’Inter e dobbiamo avere il coraggio di lottare contro squadre di grande livello per arrivare nelle prime quattro posizioni”

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Telecronisti Serie A, 5.a giornata: il palinsesto di Sky e DAZN