Torino, Mazzarri pensa al 3-5-2: con il Benevento torna Belotti?

Pubblicato il autore: Antonio Guarini Segui
Belotti

Belotti, panchina contro il Benevento?

Belotti, verso il recupero. Una vittoria e un pareggio, questo per ora il bilancio del nuovo Torino di Walter Mazzarri. Il tecnico livornese, subentrato a Mihajlovic, ha insistito fino ad ora sul 4-3-3. Contro il Benevento però ci potrebbe essere il passaggio al suo amato 3-5-2. Il modulo tanto caro all’ex allenatore di Sampdoria, Napoli e Inter che ha fatto le fortune in carriera dell’attuale allenatore granata.  A questo punto appare fondamentale rendere più corposa la zona nevralgica del campo, magari con l’acquisto di un giocatore “di sostanza”. Il nome caldo sul taccuino del diesse granata Petrachi è quello di Donsah del Bologna, centrocampista centrale molto gradito a Mazzarri. Non sarà facile strapparlo al Bologna già a gennaio, visto che Donadoni sta facendo affidamento su di lui nelle ultime uscite.

Al di là dei cambiamenti tattici di Mazzarri è chiaro che le fortune del Torino passano per il completo recupero di Ljajic e Belotti. Il fantasista serbo e il capitano granata sono sulla via del ritorno in campo. Dopo il Benevento ci sarà la trasferta-amarcord, per Mazzarri, contro la Sampdoria. Impegno di altissimo livello per un Torino che è ancora alla ricerca di sé stesso, quando siamo già nel girone di ritorno. Vincere con il Benevento per poi preparare il match del Ferraris con più tranquillità. Magari con un Gallo in più nel motore.

Belotti-Ljajic, Mazzarri aspetta i loro gol

Belotti-Ljiaic, il Torino ha bisogno di loro. 36 gol in due nel passato campionato, solo in questa stagione. Basterebbero questi numeri per spiegare il rendimento non eccezionale del Torino 2017/2018. I granata nella passata stagione hanno fatto grandi cose in attacco, molto meno in questa. I due attaccanti devono tornare a essere i trascinatori granata, per cercare di sognare ancora grandi cose in questa stagione. Mazzarri è sempre stato un allenatore molto bravo a far rendere bene gli attaccanti. Cassano, Pazzini, Cavani, Lavezzi, Icardi, tutta gente di valore che ha segnato valanghe di gol con Mazzarri allenatore.

Belotti e Ljajic devono recuperare innanzitutto una buona condizione fisica, per poi cercare di ritrovare l’antico feeling con il gol. Nello scorso campionato il Torino ha segnato 71 reti in 38 partite, con 1,86 di media. In questa stagione invece i granata hanno invece realizzato 29 gol in 21 partite, con 1,38 a partita. Un gol in meno ogni due partite, un calo che ha chiaramente inciso sul rendimento generale del Torino. Belotti potrebbe recuperare già per domenica contro il Benevento, al massimo con la Sampdoria. Stesso discorso per Ljiaic. Starà poi a Mazzarri trovare il modo di farli rendere al meglio. Il tecnico toscano, coni il ritorno dei due attaccanti, potrebbe optare anche per un 3-4-3. Belotti in mezzo, Ljajic a sinistra con uno tra Niang e Iago Falque a destra. Ipotesi che poi devono essere vagliate alla prova del campo. Una cosa è certa, il Torino deve segnare di più. In tutti modi.

  •   
  •  
  •  
  •