Cutrone, il Milan vuole blindare il suo gioiello: pronto il rinnovo fino al 2023

Pubblicato il autore: Antonio Guarini Segui
MILAN, ITALY - JANUARY 28: Patrick Cutrone of AC Milan celebrates after scoring the opening goal during the serie A match between AC Milan and SS Lazio at Stadio Giuseppe Meazza on January 28, 2018 in Milan, Italy. (Photo by Marco Luzzani/Getty Images)

(Photo by Marco Luzzani/Getty Images scelta da Supernews)

Cutrone, gioiello rossonero da blindare al più presto. Un anno fa giocava nella primavera del Milan, convocato sporadicamente da Vincenzo Montella per fare numero con la prima squadra. Oggi Patrick Cutrone è il miglior marcatore della truppa di Rino Gattuso e ha anche esordito in Nazionale. Il livello di attenzione dei club europei sta salendo sull’attaccante classe ’98. Su Cutrone, infatti, il cui valore di mercato (secondo gli addetti ai lavori) si aggira sui 50 milioni di euro, hanno messo gli occhi società come Borussia Dortmund, Monaco e Lione. Il Milan, dunque, è pronto a blindare il suo gioiellino. Da qui la necessità di blindare il numero 63 rossonero con un lungo contratto.  I vertici di via Aldo Rossi stanno lavorando per raggiungere un accordo con l’entourage del ragazzo.  L’ipotesi che circola, a livello di durata, è che l’attuale accordo possa essere esteso fino al 2023 con lo stipendio del ragazzo che dovrebbe superare il milione di euro.

Leggi anche:  Dove vedere Genoa Sampdoria in tv e in streaming, 25^ giornata Serie A: Sky o DAZN?

Cutrone, anche nei momenti più bui della stagione del Milan, è stata la nota più lieta dell’annata rossonera. Già dall’estate, quando Montella lo aveva lanciato nelle amichevoli di prestigio. Cutrone ha segnato in tutte le competizioni, prendendosi i gradi di titolare per il ruolo di centravanti del Milan. Gattuso, fin dal primo giorno come allenatore rossonero, ha sempre avuto una particolare predilezione per il giovane bomber. Cutrone ha segnato gol pesantissimi nel 2018. Da quello alla Lazio a quello con la Roma, fino a quello del momentaneo 2-2 contro il Chievo. Un tesoro che deve essere messo sotto chiave al più presto, al sicuro da tutti i possibili predoni.

Cutrone, Juve-Inter per diventare ancora più grande

Da solo o con uno tra Kalinic e André Silva. La certezza per l’attacco del Milan del finale di stagione si chiama Patrick Cutrone. A soli 20 anni è chiaro che l’attaccante comasco non può prendersi il peso di tutta la squadra sulle spalle. Cutrone ha però dimostrato anche una certa duttilità. Il numero 63 rossonero ha dimostrato di saper giocare sia da solo che in coppia nell’attacco di Gattuso. Non è un caso che gli ultimi due gol di André Silva, i primi in campionato, siano arrivati con il bomber comasco in campo.

Leggi anche:  Caso Lazio Torino, parla Sconcerti: "Non finirà in quel modo"

La sensazione è che il portoghese si trovi molto a suo agio con il giovane compagno al fianco. André Silva sembra avere caratteristiche più da fantasista che da vero bomber. Sta a Gattuso capire se i due possono giocare contemporaneamente anche nelle grandi partite. Il Milan ha di fronte due grandi montagne da scalare: la Juventus il sabato di Pasqua e l’Inter il 4 aprile. Match che diranno molto, forse tutto, per quanto riguarda lo sprint finale in campionato milanista. Gattuso ha concesso due giorni di riposo ai suoi. Martedì è prevista la ripresa degli allenamenti a Milanello. Tra mercoledì e giovedì rientreranno tutti i nazionali. Poi si penserà solo all’Allianz Stadium Un impianto che, da sei anni a questa parte, riserva solo amarezze al Milan. Gattuso cercherà di spezzare questa maledizione. Contro Max Allegri, l’ultimo allenatore capace di vincere uno scudetto prima dell’egemonia juventina degli ultimi campionati. Incroci biancorossoneri da brivido.

  •   
  •  
  •  
  •