Roma, Monchi: “Alisson con noi almeno un altro anno. Schick deve adattarsi”

Pubblicato il autore: Carlo Edoardo Canepone Segui
MILAN, ITALY - JANUARY 21: Allison of AS Roma gestures during the Serie A match between FC Internazionale and AS Roma at Stadio Giuseppe Meazza on January 21, 2018 in Milan, Italy. (Photo by Emilio Andreoli/Getty Images)

Foto originale Getty Images © scelta da SuperNews

In una lunga intervista rilasciata ieri alla stampa estera, il ds giallorosso Monchi ha parlato del futuro della Roma, a partire dall’imminente sfida contro il Barcellona, fino al mercato, con la telenovela Alisson che continua a tenere banco.

BARCELLONA – Tra meno di una settimana l’andata dei quarti di Champions League contro i blaugrana e Monchi è fiducioso: “Ovviamente se parlo con la testa dico che sarà sfida difficile perché loro sono la migliore squadra del mondo. Però, con il cuore credo che possiamo farcela perché vedo qualcosa di diverso rispetto a qualche settimana fa”.

MERCATO – Poi, si apre il tema mercato: “Il compito di un ds è ascoltare tutti. Finora non abbiamo venduto nessuno o ricevuto offerte. Ora dobbiamo fare meno e parlare di più”.

ALISSON – Tema centrale, ovviamente, il futuro di Alisson e Monchi prova a rassicurare i tifosi: “Se penso ad un futuro di Alisson nella Roma per i prossimi 30 anni vi dico di no, ma se penso ad una settimana vi dico di sì. Vi dico di sì anche se penso al prossimo anno, perché non abbiamo la necessità di venderlo”.

SALAH – Sulla cessione di Salah: “Avevamo la necessità di vendere Salah entro il 30 giugno. Poi, lo abbiamo ceduto prima dell’effetto Neymar che ha rivoluzionato il mercato. Penso che abbiamo fatto una vendita importante, io e Baldissoni non siamo scemi”.

KLUIVERT – In questi giorni si è parlato di un interessamento dei giallorossi per il giovane Kluivert: “Mi piace, tecnicamente è fortissimo. Lo vedrei bene in Spagna o in Italia, non in Premier”.

SCHICK E UNDER – Su due acquisti della scorsa estate che stanno avendo rendimenti opposti, Monchi risponde così: “Schick ha le qualità, ma ha bisogno di un percorso ed è ancora giovane. Magari quando raggiungerà una valutazione di 40 milioni saremo più convinti che li vale. Anche lui non è convinto. Esiste una parola molto importante: adattamento. Under ha qualità, testa e la voglia di fare cose importanti. Non so se diventerà un giocatore importante o per club più grandi”.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Ziliani duro: "Così si rubano le partite..."
Tags: ,