Sarri-D’Amico:”Non sono io sullo striscione in curva”. Arrivano le scuse di Sky al Napoli

Pubblicato il autore: Antonio Guarini Segui
during the TIM Cup match between SSC Napoli and Udinese Calcio at Stadio San Paolo on December 19, 2017 in Naples, Italy.

Foto originale Getty Images © scelta da SuperNews

Sarri-D’amico, ecco le scuse di Sky. Dopo l’imbarazzo in diretta di Ilaria D’Amico ecco che sono arrivate le pronte scuse di Sky. Così il direttore Federico Ferri:”La bandiera esposta al San Paolo vicino a quella di Maradona rappresenta l’immagine di un grande tifoso della curva B del Napoli, Pasquale D’Angelo, deceduto 3 anni fa a Mosca. E non quella di Sarri. A Sky Calcio Show abbiamo sbagliato e chiedo scusa a chi si è sentito toccato. Una segnalazione errata durante la partita. Sinceramente la somiglianza ci ha tratto in inganno”. Basteranno queste parole a firmare la pace tra Sky e il Napoli? Chissà.

Sarri-D’Amico
, continua la guerra fredda Napoli-Sky. Da quando la conduttrice della piattaforma satellitare è legata sentimentalmente a Gigi Buffon i rapporti con il Napoli sono piuttosto tesi. I tesseratti azzurri parlano sempre meno con Sky, tanto che Sarri non svolge neanche più la conferenza stampa alla vigilia di campionato. Una tensione che potrebbe salire nei giorni che precedono Juventus-Napoli del prossimo 22 aprile. In quella data potrebbe decidersi una volta per tutte il duello-scudetto. Chissà poi se Sarri andrà a parlare con Sky e la D’Amico, a prescindere dal risultato in campo. Questo lo scopriremo solo vivendo.

Sarri-D’Amico, ecco cosa è successo

Sarri corregge Ilaria D’Amico a Sky. La vittoria al 93′ contro il Chievo non gli ha tolto lucidità nel dopo partita. Maurizio Sarri, durante l’intervista a Sky, ha parlato di una bandiera esposta in Curva B con quella che sembrerebbe la sua fascia. Usiamo il condizionale, perché il tecnico del Napoli ha smentito questa versione. Ilaria D’Amico, durante la canonica intervista postpartita, ha mostrato l’immagine che alleghiamo in alto, parlando della vicinanza tra Sarri e Maradona nella Curva B del San Paolo, e quindi nell’immaginario collettivo dei tifosi. L’allenatore azzurro ha fatto in modo che la conduttrice termini il suo discorso per poi correggerla. Usando queste parole: “Su quella bandiera non ci sono io, ma uno che mi somiglia. Si tratta di un tifoso morto durante una trasferta”. Ilaria D’Amico, imbarazzata, ha dovuto fare retromarcia dopo la sua domanda. L’Ilaria nazionale forse dovrebbe fare più attenzione alle immagini, magari per evitare spiacevoli scivoloni.

Sarri, il sogno scudetto è ancora vivo

Il tifoso in questione è Pasquale D’Angelo, morto d’infarto a Mosca durante una trasferta di Europa League nel 2015. Al di là del siparietto con la D’Amico, Sarri oggi ha ripreso per i capelli una partita che sembrava stregata. Il rigore sbagliato da Mertens, tante occasioni sbagliate e qualche fischio che arrivava dalla tribune del San Paolo. Poi l’uno-due Milik-Diawara che tiene vivo il sogno scudetto. Gli azzurri restano a quattro punti dalla Juventus e lo scontro diretto di Torino si avvicina sempre di più. Domenica prossima Hamsik e compagni affronteranno un Milan privo di Bonucci, squalificato e probabilmente di Romagnoli. Sarri e i suoi dovranno vincere a tutti i costi per cercare di restare attaccati il più possibile alla Juventus. Se il Napoli dovesse compiere il miracolo scudetto altro che bandiera, Sarri si meriterebbe almeno una statua. Una settimana di allenamenti per poi affrontare la trasferta di Milano contro la truppa di Gattuso.

  •   
  •  
  •  
  •