Spalletti con il problema del gol: no Icardi-Perisic, no party per l’Inter

Pubblicato il autore: Antonio Guarini Segui
during the Serie A match between FC Internazionale and UC Sampdoria at Stadio Giuseppe Meazza on October 24, 2017 in Milan, Italy.

Foto originale Getty Images © scelta da SuperNews

Spalletti, rebus gol per l’Inter. Aprile dolce dormire, un vecchio adagio che si sposa bene con il momento degli attaccanti nerazzurri. Icardi e compagni non hanno segnato per la terza partita consecutiva e anche con l’Atalanta non è arrivata la vittoria. I tre punti mancano in casa nerazzurra dal 31 marzo, contro il Verona. Un match complicato quello contro gli uomini di Gasperini. Primi venti minuti da incubo per l’Inter, graziata solo dall’imprecisione del Papu Gomez. Poi Spalletti ha modificato le posizione dei suoi in campo, giocando con la difesa a tre. Scampato il pericolo l’Inter ha cominciato a macinare gioco e ha avuto anche tre buone occasioni da gol. Tutte fallite da un Perisic insolitamente impreciso sotto porta. Un punto che lascia intatte le speranze di Champions League interiste, ma che potrebbe veder allontanare il quarto posto. Dipende da cosa accadrà in Lazio-Roma di questa sera.

Il gol dunque resta un problema in casa Inter. Il tandem Icardi-Perisic ha segnato 33 dei 50 gol realizzati in campionato fino ad ora dai nerazzurri. Questo vuol dire che la coppia croato-argentina ha marcato i 2/3 dell’attacco interista in campionato. Se non segnano loro però sono dolori. Sono tanti i nerazzurri a non aver ancora segnato nella serie A di questa stagione. Candreva, Gagliardini, Rafinha, gente che non ha ancora avuto la gioia del gol. Il brasiliano piace per la sua mobilità e per le sue qualità tecniche, ma segnare non sembra proprio il suo mestiere. A Bergamo è mancato Brozovic. L’assenza del croato è pesata a centrocampo, dove Borja Valero non ha certamente giocato una buona partita. Tra due giorni si torna in campo, a San Siro contro il Cagliari. Si aspettano i primi gol e la prima vittoria di aprile. Altrimenti la Champions League potrebbe allontanarsi. Troppo.

Spalletti, come curare il mal di gol nerazzurro?

Milan-Torino-Atalanta, due punti e nessun gol segnato. In questi tre match l’Inter ha avuto anche una buona dose di malasorte. Gli sprechi di Icardi nel derby, il palo di Rafinha contro i granata e le occasioni fallite da Perisic con l’Atalanta. Nelle ultime settimane la manovra nerazzurra si era giovata molto dell’inserimento di Brozovic e Cancelo. Il portoghese non è piaciuto a Bergamo. L’ex Valencia sembra più a suo agio quando può partire da lontano. Forse sarebbe stato meglio inserire Karamoh sulla fascia destra.

Icardi ha avuto poche palle giocabili, ben controllato dalla retroguardia atalantina. L’argentino non segna da tre partite, come l’Inter. Un caso? No. L’ex Sampdoria si esalta quando la manovra d’attacco interista funziona. Nonostante non sia tra i preferiti del tifo interista, contro l’Atalanta è mancato Candreva. Già con il Torino era stato tra i migliori. L’ex laziale è un moto perpetuo sulla fascia destra e apre gli spazi giusti per le sgroppate di Cancelo. Con il Cagliari dovrebbe tornare titolare, così come Brozovic. Uomini fondamentali per Spalletti. L’allenatore dell’Inter deve ritrovare in fretta la via del gol e della vittorie. Il tempo stringe e la Champions League non aspetta nessuno. Proprio nessuno.

  •   
  •  
  •  
  •