Perisic, litigio con un tifoso dopo Inter-Sassuolo: la Champions nerazzurra appesa a un filo

Pubblicato il autore: Antonio Guarini Segui
MILAN, ITALY - DECEMBER 16: Ivan Perisic of FC Internazionale Milano looks on during the Serie A match between FC Internazionale and Udinese Calcio at Stadio Giuseppe Meazza on December 16, 2017 in Milan, Italy. (Photo by Emilio Andreoli/Getty Images)

Foto Getty Images © selezionata da SuperNews

Perisic, serata amara per il croato. Sembrava la serata perfetta per una festa nerazzurra: 70mila spettatori a San Siro, un avversario senza assilli di classifica e un possibile avvicinamento alla Lazio. Inter-Sassuolo è stata invece tutt’altro. I nerazzurri hanno perso contro un avversario stimolato dalle troppe chiacchiere fatte in settimana. I neroverdi hanno giocato una grande partita, meritando di fatto la partita. L‘Inter è apparsa spesso disordinata in campo, con un Icardi insolitamente annebbiato davanti alla porta. A nulla è valso il gol di Rafinha. Il brasiliano è stato il vero uomo in più in questa seconda parte di campionato. Fossimo negli uomini mercato interisti lavoreremmo molto alacremente alla sua permanenza in nerazzurro. Spalletti ha cercato di apporre dei correttivi in corsa. Il tecnico nerazzurro ha provato la difesa a tre, ma la sensazione è stata che gli uomini di Iachini ne avessero semplicemente di più.

Forse l’Inter ha sottovalutato un pochino l’impegno. I nerazzurri sono sembrati la brutta copia di quelli ammirati a Udine solo una settimana fa. Questione di testa. In Friuli la truppa di Spalletti è scesa in campo sapendo che l’avversario aveva grandi motivazioni. Cosa che non è avvenuta con il Sassuolo. Un’Inter stanca alla fine della partita. I crampi di Perisic ne sono stati ampia dimostrazione. Una stanchezza forse più mentale per un match che non è stato affrontato come si addice ad una semifinale. Spalletti dixit.

Perisic, litigio con un tifoso a fine partita

Non è finita qui, perché Ivan Perisic è stato tra i protagonisti anche alla fine della partita. Il giocatore croato, uscendo dal campo, avrebbe risposto alle offese di un tifoso e sarebbe nato un battibecco colorito. Un brutto segnale di nervosismo quello raccontato nel retroscena riportato da La Gazzetta dello Sport. Nessuno in casa Inter avrebbe mai immaginato una sconfitta in un San Siro stracolmo e contro un avversario senza più un obiettivo stagionale, invece il ko è arrivato e potrebbe costare carissimo. Il brutto siparietto tra Perisic e il tifoso ha chiuso con un’ulteriore polemica una serata veramente nera per l’Inter.

Oggi i nerazzurri tiferanno per il Crotone contro la Lazio. Qualunque sarà il risultato dello Scida, i nerazzurri saranno obbligati a vincere all’Olimpico contro i biancocelesti per arrivare tra le prime quattro. Di fatto è rimasto un solo posto in Champions League. La sconfitta dell’Inter con il Sassuolo infatti ha dato alla Roma la certezza aritmetica di arrivare tra le prime quattro in campionato. Perisic aveva tutti i motivi per essere nervoso a fine partita. Ora però il croato, insieme ai compagni, deve affidarsi al Crotone di Zenga e sperare. Non il massimo per chi aveva il destino nelle proprie mani fino a 24 ore fa.

  •   
  •  
  •  
  •