Inter, urge una scossa in casa nerazzurra. De Vrij: “Abbiamo una squadra molto forte, bisogna fare di più”

Pubblicato il autore: Lorenzo C Segui

Stefan De Vrij – Foto Getty Images© per SuperNews

E’ già un importantissimo banco di prova la sfida di sabato pomeriggio, in programma alle ore 18, al “Dall’Ara” di Bologna, che vedrà l’Inter opporsi ai padroni di casa felsinei. I nerazzurri sono reduci da un solo punto conquistato nelle prime due giornate di campionato, dopo il ko esterno contro il Sassuolo e il pareggio, subito in rimonta, a San Siro, al cospetto del Torino. L’avvio di stagione della banda guidata da Luciano Spalletti ricalca quanto di deludente compiuto durante la gestione De Boer nel campionato 2015/2016, Gasperini nel 2011/2012 e Radice nel 1983/1984.

Dopo l’imponente campagna acquisti effettuata in estate, dall’Inter ci si attendeva molto di più. Tanti uomini hanno sino ad ora deluso, da Handanovic a Lautaro Martinez, passando per un Icardi, in evidenza nell’inedito ruolo di assist man ma ben poco pungente sotto porta. Il tecnico di Certaldo, lunedì, ha annullato il giorno di riposo ed ha acceso un campanello d’allarme in merito a questa situazione: invertire la rotta è un imperativo improrogabile.

Per quanto concerne la sfida contro il Bologna, l’allenatore toscano potrebbe optare per il 4-2-3-1 con Vrsaljko ed Asamoah, entrambi recuperati, chiamati ad occupare le corsie laterali in difesa, mentre non è da escludere un impiego dal primo minuto del “ninjaNainggolan. L’ex giallorosso è l’uomo più atteso in casa Inter. Superato l’infortunio patito durante la preseason, è già da una settimana che si allena con il resto del gruppo e con i rossoblù guidati da Pippo Inzaghi potrebbe fare il suo debutto in stagione, apportando quella foga agonistica e quella giusta dose di cattiveria che è venuta meno in queste prime uscite in serie A.

In attesa di conoscere quali saranno le scelte di Luciano Spalletti, nella giornata di ieri, Stefan De Vrij, a segno nel match contro il Torino, ha rilasciato un’interessante intervista al canale di Sky Sport 24, parlando degli obiettivi della sua nuova squadra e dell’ ambientamento in nerazzurro dopo quattro stagioni vissute da alto livello tra le fila della Lazio: “Qui all’Inter mi trovo molto bene con tutti, compagni, staff e la gente che lavora con noi. Sono felice perché imparo cose nuove ogni giorno e sento di migliorare quotidianamente. Abbiamo una squadra forte che può fare molto bene, ma sappiamo anche che nelle due partite non abbiamo fatto ciò che dovevamo. Bisogna fare di più“. Infine un accenno sulla sua disponibilità ad adattarsi a più schemi tattici per quanto riguarda il pacchetto difensivo: “Difesa a tre o a quattro? Per me è indifferente, nella scorsa stagione ho sempre giocato a 3 dietro, mentre negli anni passati giocavo a 4. Sono abituato ad entrambi i moduli“.

  •   
  •  
  •  
  •