Milan, Gattuso prepara l’esordio contro il Napoli: Bonaventura al posto di Calhanoglu?

Pubblicato il autore: Antonio Guarini Segui

Foto Getty Images © scelta da SuperNews

Gattuso, chi al posto di Calhanoglu? E’ stata un weekend particolare per il Milan. L’esordio stagionale previsto a San Siro contro il Genoa è stato rinviato al 31 ottobre. Una decisione presa nel rispetto del grave lutto che ha colpito la città di Genova per il crollo del Ponte Morandi. Rino Gattuso, sabato al San Paolo contro il Napoli, avrà un problema in più: chi far giocare al posto di Calhanoglu? Il turco infatti era squalificato per la prima giornata e dovrà scontare il turno di stop contro il Napoli. Un problema non da poco per Gattuso, che ha nell’ex Bayer Leverkusen uno dei punti di riferimento della sua squadra. Calhanoglu è molto prezioso anche sui calci piazzati, la sua abilità balistica mancherà certamente al cospetto del Napoli di Carlo Ancelotti. Gli azzurri hanno dimostrato contro la Lazio di essere già in un buona forma psicofisica.

Dicevamo dell’assenza di Calhanoglu. Ci sono varie ipotesi al vaglio dello staff tecnico rossonero. La prima, forse la più probabile, è quella che conduce all’avanzamento di Bonaventura sulla linea degli attaccanti. Proprio un gol dell’ex atalantino ha portato l’ultimo punto conquistato dal Milan al San Paolo. Era il febbraio 2016, poi nelle ultime due stagioni sono arrivate altrettante sconfitte per i rossoneri a Fuorigrotta. Con Bonaventura in attacco è lecito pensare all’inserimento di Bakayoko a centrocampo. Il francese è pronto, più difficile pensare ad uno tra Mauri e Bertolacci insieme a Kessiè-Biglia.

Gattuso, le alternative per sostituire Calhanoglu

Quella di spostare Bonaventura in attacco è solo una delle ipotesi per la sostituzione di Calhanoglu. Il turco potrebbe essere sostituito anche da Borini. L’ex Sunderland ha però faticato nel ruolo di esterno contro il Real Madrid e le sue azioni sono in ribasso. Anche Cutrone potrebbe giocare sulla fascia sinistra, ma Allan-Callejon sarebbero due clienti forse troppe impegnative per il giovane rossonero. Altra ipotesi potrebbe essere quella di Castillejo titolare. Lo spagnolo ha impressionato tutti a Milanello nei primi giorni di allenamento. Certo il suo ruolo naturale è quello sulla fascia destra, ma in carriera ha dimostrato di cavarsela bene giocando anche sul lato opposto.

Ancora più ardita la strada che porta all’impiego di Laxalt al posto di Calhanoglu. L’ex Genoa è un vero e proprio jolly sulla corsia mancina, ma forse in posizione avanzata non renderebbe al massimo. Gattuso ha dunque a disposizione una vasta gamma di scelta. Questo conferma come il Milan, visto il poco tempo avuto, ha operato bene sul mercato. La rosa rossonera appare piuttosto completa. Considerando che Conti non tornerà prima di ottobre e Strinic ne avrà almeno per 3-4 mesi. Dopo tante chiacchiere sta arrivando il momento di fare sul serio. Il debutto del Milan di Gattuso sarà tra i difficili immaginabili. Napoli e il San Paolo diranno già quanto vale la squadra rossonera. Questo sarà il primo vero esame dell’era Elliott. Dall’altra parte della cattedra il professor Ancelotti, scherzi del destino e del calendario.

  •   
  •  
  •  
  •