Roma, El Shaarawy: “Strootman grande mancanza. conta il carattere non i moduli”

Pubblicato il autore: Lorenzo C Segui

Foto Getty Images© scelta da SuperNews

In attesa della sfida di domani sera tra Milan e Roma che aprirà i battenti sulla terza giornata di campionato, l’attaccante esterno dei giallorossi, Stephan El Shaarawy ha rilasciato dichiarazioni, alquanto interessanti, su Sky Sport 24 tornando sul pareggio per 3-3 dei capitolini contro l’Atalanta, commentando il mercato messo in atto dalla dirigenza romanista, senza disdegnare un giudizio sull’approdo di CR7 alla Juventus: “Il primo tempo contro l’Atalanta? Loro hanno alzato molto il ritmo di gioco, abbiamo sbagliato alcuni tempi di aggressione e ci hanno preso d’infilata. La reazione nel secondo tempo, però, c’è stata, dobbiamo ripartire da lì. C’è stato un grande spirito e alla fine avremmo potuto anche vincere. Il sistema Monchi sul  mercato? Ci sono state delle cessioni importanti, così come l’anno scorso quando poi abbiamo raggiunto la semifinale di Champions. Strootman è una mancanza grande perché era carismatico e si faceva sentire nello spogliatoio. Ci sono però giovani di grande talento, su cui la società e noi crediamo molto. Non diamo giudizi affrettati. Bisogna far crescere i giovani, hanno talento. A fare la differenza è il carattere con cui affronti le cose, non i moduli.

Leggi anche:  Dove vedere Sampdoria-Napoli, streaming Serie A e diretta tv Sky o DAZN?

Infine parlando della Juventus, impreziositasi dall’arrivo di Cristiano Ronaldo, questo il pensiero di El Shaarawy :”La Juve è più forte dell’anno scorso, sarà difficile mantenere il loro passo. CR7 ancora senza gol? Le difese italiane sono molto più difficili da superare rispetto ad altri campionati. Ma credo che si tratti solo di sfortuna: si è visto il suo talento e poteva andare in gol in tante occasioni“.

Gettando lo sguardo sulla sfida di domani a San Siro, i giallorossi dovranno fare a meno di Florenzi, fermo ai box a causa di una distrazione muscolare. Il suo rientro in campo è previsto per dopo la sosta. Sulla corsia di destra, quindi, è ballottaggio tra Karsdorp e Santon, con l’olandese in vantaggio. Eusebio Di Francesco, operato alla mano sinistra, martedì mattina, a causa di un pugno rifilato alla panchina dopo la rete del 3-3 contro l’Atalanta, non vorrebbe fare a meno del suo marchio di fabbrica, ossia del 4-3-3 ma non è da escludere che possa optare per il 4-2-3-1, con Nzonzi e De Rossi sulla mediana, mentre Pellegrini e Cristante, entrambi deludenti nel match con gli orobici, relegati, almeno inizialmente, in panchina.

Leggi anche:  Fiorentina-Atalanta probabili formazioni: confermato il tandem colombiano in attacco?

Nella giornata odierna è in programma l’allenamento al mattino, a seguire conferenza stampa della vigilia del tecnico abruzzese ed infine partenza con destinazione Milano, dove in palio vi saranno tre punti fondamentali per entrambe le squadre: per i rossoneri al fine di cancellare il bruciante ko del San Paolo, mentre  la Roma per suggellare dei progressi rispetto alla prestazione a due facce manifestata contro l’Atalanta.

  •   
  •  
  •  
  •